Scheda corso

Comunicare il prodotto alimentare nei nuovi mercati

Premessa

I processi di globalizzazione hanno determinato profonde trasformazioni nelle strutture produttive e nei mercati nazionali, definendo profondi cambiamenti nella posizione competitiva di molti paesi.

L’analisi quantitativa di tali cambiamenti diventa sempre più difficile in conseguenza alla complessità dei fenomeni sia legati alla maggiore liberalizzazione del commercio, sia dei flussi dei capitali finanziari sia agli investimenti diretti esteri.

Analizzando il processo di globalizzazione in corso, si può constatare la rilevanza della frammentazione internazionale dei processi produttivi.

Gli scambi transnazionali di materie prime dei beni finali e dei servizi, sono ormai una delle componenti dell’integrazione internazionale ed assumono un peso meno preponderante rispetto al fenomeno nel suo complesso.

Come le aziende italiane del comparto alimentare possono sfruttare questo mercato? Quali sono le nuove regole di marketing per vendere all’estero prodotti dai contenuti valoriali sempre più complessi?

Uno dei problemi legati all’export dei prodotti alimentare è il cosiddetto Italian sounding, per questo motivo si rende necessaria una comunicazione efficace del “vero made in italy”.

Obiettivi

Obiettivi principali del progetto sono:

  • approfondire l’evoluzione dei consumi del mercato alimentare
  • approfondire il concetto di marketing rinnovato nel settore food
  • operare in qualità di “esperti” in comunicazione agroalimentare;
  • identificare gli aspetti normativi che regolano la comunicazione del settore
Destinatari

imprenditori e figure chiave di imprese aventi sede legale o unità locale in regione Emilia-Romagna appartenenti al settore manifatturiero.

Il corso si rivolto in particolare ad addetti all’export e allo sviluppo commerciale estero in azienda, responsabili marketing e comunicazione, nonché all’imprenditore, se interessato a considerare in prima persona la prospettiva per la sua azienda

Contenuti
  • La comunicazione delle imprese agroalimentari: obiettivi e caratteristiche
  • ll communication mix di un prodotto agroalimentare
  • La creazione delle etichette: il principale strumento di comunicazione
  • Comunicazione al trade e comunicazione al consumer: caratteristiche distintive
  • Metodi e strumenti: fiere, convegni e workshop, visite in azienda
  • Comunicare sul Web
  • Case history: le strategie di comunicazione per l’agriturismo
  • La qualità nel settore agroalimentare
  • Le denominazioni d’origine comunitaria: i marchi DOP, IGP, STG, il BIO
  • Prodotti a denominazione d’origine vs Commodities: come cambia la comunicazione
  • La percezione dei prodotti con marchi a denominazione
Metodologia didattica

L’approccio metodologico prevede una forte integrazione tra momenti di trasmissione teorica dei contenuti professionalizzanti e fasi applicative.

Durata 8 ore
Dati approvazione ed Enti finanziatori

Il corso, gratuito, è cofinanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo dalla Regione Emilia Romagna - FSE Asse I Occupazione.
L'Operazione "Modelli di sviluppo nel made in Italy alimentare: l'eredità di EXPO verso le sfide dei nuovi mercati” (Rif. PA 2016-5529/RER) è stata approvata dalla Regione Emilia-Romagna con D.G.R. 1450 del 2016.

Loghi Enti finanziatori:

 
Costi, date, iscrizioni  

Note

Per partecipare, l’azienda deve rientrare nel regime di de minimis (Regolamento UE N. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013), presentando all’atto dell’iscrizione la relativa dichiarazione.

Scheda del corso

Costi, date, iscrizioni

Stampa la scheda del corso
Stampa