Corso di aggiornamento sui rischi personali e i danni alla persona

Obiettivi:

Informare e formare in ambito di malattie professionali, infortuni su lavoro, non solo nella prospettiva previdenziale (INAIL e soprattutto ex L. 118/71, L.222/84, L.104/92, L.68/99) ma anche in quella dei danni da lavoro negli ambiti civili e penali, fornisce un quadro più completo delle dinamiche nocive e valutative, utile anche in una maggiore comprensione del concetto di prevenzione.

Prospettiva necessaria e obbligatoria è conoscere l’ante ma è altrettanto necessario conoscere anche in modo qualificato il “post”, ciò che accade dopo che si è verificato un infortunio, dopo che sia stata diagnosticata una menomazione di origine professionale.

Obiettivo del corso è quello presentare un percorso circolare laddove il pericolo e il rischio hanno già configurato il danno e il danno diventa il punto di partenza per l’analisi di rischio e pericolo.

TIPOLOGIA CORSO:
Senza stage, Corsi brevi, Aggiornamenti obbligatori, Non finanziato
DURATA:
8 ore
FORMULA:
Aula
MODALITÀ EROGAZIONE:
Aula
CONDIVIDI

Destinatari

Il corso è rivolto a RSPP/ASPP, datori di Lavoro, HR, RLA e medici competenti.

Contenuti del corso

  • La differenza con l’infortunio sul lavoro
  • Da Ramazzini a Fiori fino al concetto di malattia professionale intesa come una sorta di epidemia virale a lenta evoluzione
  • L’anamnesi lavorativa;
  • I documenti più esaminati: il documento di valutazione dei rischi, cartella sanitaria di rischio, certificati di idoneità del medico competente e AUSL;
  • Casi in cui l’azienda non è collaborativa, non rispetto della documentazione INAIL, casi di cessazione dell’attività;
  • I criteri del nesso di causalità
  • “In dubio pro misero”
  • Il criterio di esclusione di altre cause note o dirimenti e la lettera INAIL nazionale di Occhipinti del 2006 su come valutare la malattia professionale in presenza di altre cause extraprofessionali
  • Patologia, rischio PMI differenze convergenze, la lettura e l’interpretazione delle parole
  • Il dinamismo delle malattie professionali che emerge da tale lettura
  • Esercitazione in aula
  • Il riconoscimento di malattia professionale come statistica ed aggiornamento delle e delle malattie professionali tabellate
  • Indennizzo, rendita, rendita ai superstiti, rendita e coefficiente, assegno per l’assistenza personale e continuativa, esenzione di ticket, cicli di rieducazione, protesi e ausili, accomodamenti ragionevoli revisione attiva o passiva
  • Dal collocamento  mirato ex L. 68/99 all’invalidità insorta in continuità di rapporto lavorativo con i vari benefici sulla base della percentuale di invalidità civile , la L. 104/92
  • Il sistema ICF
  • Gli accomodamenti ragionevoli come norma antidiscriminatoria del lavoratore disabile (ex art. 3 c3-bis del D.lgs 216/2006) Presentazione di casi pratici (danno biologico differenziale)

Certificazioni

  • Attestato di frequenza IFOA

Note

Saranno privilegiate metodologie didattiche di tipo esperienziale e relazionale alternando alla lezione frontale momenti di analisi di casi di studi, lavoro di gruppi, e simulazioni.


Corsi correlati

Richiedi info
(ci permette di fornirti un servizio più veloce e preciso)
Informativa Privacy (Reg. UE 2016/679)
L'informativa estesa relativa al trattamento dei suoi dati personali da parte IFOA la trova all'indirizzo https://www.privacylab.it/informativa.php?09395343333
Presta inoltre il suo consenso al trattamento dei dati personali per le finalità facoltative sotto riportate?
Invio di comunicazione su eventi, servizi e prodotti Ifoa