TErRA: L’impresa Agro-Alimentare 4.0

Si è concluso positivamente nel mese di luglio 2019 il Piano Formativo TErRA – Technology, Environment, rare Resources, Accountability, finanziato dal Fondo Interprofessionale FONDIMPRESA. Il Piano, presentato sull’avviso 4/2017 “Competitività”, è stato realizzato da IFOA tra giugno 2018 e luglio 2019.

In un anno TErRA è riuscito a coinvolgere attivamente 49 aziende del settore Agro-alimentare, per un totale di 259 lavoratori partecipanti, coinvolgendo ben 8 regioni italiane quali Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Puglia, Basilicata, Marche, Toscana e Friuli Venezia Giulia. I percorsi formativi realizzati grazie a questo Piano Formativo sono stati 69, pari a 1.602 ore di formazione e hanno toccato differenti interessanti tematiche come la qualificazione dei prodotti e dei processi produttivi, la digitalizzazione dei processi aziendali e l’internazionalizzazione. Alcune tra le aziende interessate in Emilia Romagna sono: Salumificio Peveri, Cantine Ceci, Nuova Boschi Prosciutti, Casoni Fabbricazioni Liquori, Sarchio, Salumificio Vecchi .

Temi d’interesse attuale sono stati trattati anche dai seminari in programma. L’evento del 16 maggio 2018 tenutosi a Bari, intitolato “Le Competenze nell’Industria Agroalimentare 4.0”, ha avuto come obiettivo quello di analizzare le competenze professionali e la formazione utili a supportare la crescita dell’industria agroalimentare pugliese, in un contesto sociale e territoriale che vuole sempre più coniugare tecnologie e innovazione con tradizione e artigianalità.

Il 4 giugno 2019 si è invece svolto presso  l’Istituto Tecnico agrario “Antonio Zanelli” di Reggio Emilia un seminario che ha visto la partecipazione di 38 studenti delle classi 4 e 5 ed alcuni dei loro professori. Alla guida dell’incontro il docente Dott. De Leo Daniele, Dottore Agronomo, formatore e consulente nel settore agrario ed agro alimentare, nonché Referente Tecnico Scientifico del progetto. Tema del seminario le prospettive di cambiamento dell’impresa Agro-Alimentare con l’avvento delle tecnologie abilitanti 4.0, sviluppatosi attorno a momenti di animazione con studenti e docenti sulla promozione e valorizzazione del prodotto agro-alimentare all’estero.

26

AZIENDE MECCANICHE

5

REGIONI
BASILICATA, EMILIA ROMAGNA, LOMBARDIA, PUGLIA, VENETO

188

LAVORATORI COINVOLTI

Case history correlate