Storie che avevamo bisogno di sentirci raccontare: nel momento maggiore di crisi per la nostra società alcune aziende hanno deciso di trasformare esperienze temporanee di tirocinio in assunzioni dirette

6 Aprile 2020

Dei numerosi effetti del Coronavirus, a tutti i livelli, si parla ormai giornalmente. Effetti purtroppo, per la maggior parte, negativi. Ma ci sono anche effetti “indiretti” da leggere come positivi e di speranza per il futuro, quali le decisioni di imprese che invece di fermarsi, investono su nuove risorse e le assumono. E così decine di persone hanno ottenuto un posto di lavoro sicuro.

Partiamo parlando di tirocini, questa modalità di inserimento graduale in azienda, che parte dalla possibilità per il tirocinante, appunto, di fare un’esperienza diretta in un contesto lavorativo, il famoso training-on-the-job, al fine di acquisire competenze pratiche e specifiche e che può poi sfociare (si spera, anche se non v’è mai certezza) in un vero contratto d’assunzione, qualora da entrambi i lati ci siano stati riscontri positivi.

Facciamo poi un passo indietro, a due mesi fa, circa, quando all’improvviso l’Italia e soprattutto il nord, viene investito dalla tempesta Coronavirus. Di colpo quasi tutte le attività si fermano, i lavoratori dipendenti vengono messi, ove possibile, in smart working e poi c’è quella cerchia di persone che deve continuare a lavorare sul campo. Ma cosa accade, per esempio, a quelli che sono nel limbo dell’incertezza lavorativa? Per esempio a tutte quelle persone, quei giovani, che avevano iniziato poco tempo prima un percorso di tirocinio in azienda? Nello specifico vogliamo raccontarvi l’esperienza di alcuni dei tirocini attivati e seguiti da Ifoa nei mesi scorsi e da cui sono scaturite storie positive e di speranza.

Sono le storie di ragazzi come Barbara e Riccardo, che avevano da poco iniziato i loro percorsi di tirocinio all’interno di aziende del territorio emiliano quando, all’arrivo dell’ormai famoso lockdown, si sono trovati davanti alla concreta possibilità che la loro esperienza, in cui avevano fino a quel momento riposto fiducia, sacrifici e speranze, poteva di colpo interrompersi e vanificarsi. E invece le aziende che li stavano formando, in questo caso la Lamp San Prospero S.p.a. e la Eurostamp S.r.l., entrambe in provincia di Modena, hanno deciso che quei ragazzi, non ancora arrivati al termine del loro percorso formativo, quindi ancora da affiancare e far crescere, ma che stavano tuttavia dimostrando grande voglia di apprendere e dedizione al lavoro, potevano a tutti gli effetti essere “arruolati” ed entrare a far parte della squadra. E così è stato. Queste due aziende hanno deciso in pochissimo tempo di inserire Barbara e Riccardo, trasformando il loro tirocinio in assunzione, permettendogli di terminare quel processo formativo e divenire a tutti gli effetti “parte del team” aziendale. Barbara è stata inserita come segretaria di produzione in Lamp San Prospero S.p.a., azienda che si occupa di packaging farmaceutico e dell’intero ciclo produttivo di prodotti farmaceutici mentre Riccardo ricopre il ruolo di operatore meccanico in Eurostamp S.r.l., azienda che si occupa di produzione di stampi in plastica per la realizzazione di componenti biomedicali.

Ora Barbara e Riccardo hanno un contratto di lavoro e anche se sono entrati nelle loro nuove realtà in un momento di difficoltà, sono entusiasti e motivati più che mai ad apprendere e a confermare a chi ha riposto fiducia in loro che la scelta fatta è stata quella giusta.

Ma non è finita qui, c’è un’altra bella storia che merita di essere riportata e questa volta è Conad Centro Nord il protagonista. All’indomani del decreto che ha cambiato la storia del nostro paese, la famosa catena di supermercati ha “suggerito” ai numerosi punti vendita sparsi nel nord Italia, tra Lombardia ed Emilia Romagna, di assumere i tirocinanti presenti, ove possibile e questo invito è stato colto positivamente in particolare dalla sede centrale della cooperativa, sita a Campegine (RE). Molte delle province, sedi dei centri commerciali coinvolti, sono proprio quelle delle zone Rosse, nello specifico Milano, Bergamo, Lecco, Varese, Monza-Briaza, Reggio Emilia. Il numero dei tirocini attivi in quel momento in quelle province era di 58 e ben 30 di questi sono stati immediatamente trasformati in contratto di assunzione. Un’altra storia di luce quindi in un momento così buio. È da queste esperienze infatti che possiamo prendere spunto e soprattutto ispirarci per ritrovare la fiducia verso il futuro. Quando, davanti ad una situazione così difficoltosa, ci sono realtà laboriose e lungimiranti che scelgono di reagire e non subire, non può che essere un buon auspicio.

Ifoa in tutto ciò cerca di continuare ad assistere nel migliore dei modi i tanti ragazzi per cui erano stati attivati i tirocini cosiddetti etici, ovvero percorsi formativi in cui un grande valore aggiunto è dato dalla vicinanza e dall’assistenza ai tirocinanti stessi da parte dell’ente promotore oltre che dall’azienda ospitante. Verso questi ragazzi, in questa fase di emergenza sanitaria, improvvisa quanto delicata, il nostro ente ha cercato di mantenere un costante supporto e contatto, per non interrompere appunto quel rapporto di fiducia reciproca che sta alla base di tale esperienza.

Percorso di tirocinio

05 Maggio 2020

Il Covid-19 non ferma le assunzioni: da Padova Mattia ci racconta del suo percorso di tirocinio a lieto fine

Scattolon Mattia si è rivolto alle sede di Ifoa di Padova per intraprendere un percorso di tirocinio come tecnico help desk nel presidio Intersistemi Italia S.p.A. presso l’azienda ospedaliera di Padova tra ottobre e novembre…

Leggi l'articolo
tirocionio padova

05 Maggio 2020

Il tirocinio a lieto fine di Rebecca: dalla nostra sede di Padova un messaggio incoraggiante

Rebecca Sambataro è una giovane neo diplomata al liceo informatico, alla sua prima esperienza di tirocinio che nell’autunno del 2019 si è rivolta alla sede Ifoa di Padova per attività di orientamento con l’obiettivo di…

Leggi l'articolo
orientamento al lavoro

05 Maggio 2020

L’orientamento al lavoro ai tempi del Coronavirus: da Ifoa Management la testimonianza di Stefania Pratissoli

“Fare orientamento è un mestiere bello tanto quanto delicato. Come altre categorie professionali, in un certo modo e con tutta l’umiltà del caso, anche noi abbiamo “in mano” un pezzo del destino delle persone che…

Leggi l'articolo
tirocinio

06 Aprile 2020

Tirocinio ai tempi del Coronavirus: Barbara Antonioni ha deciso di reinventarsi e di svolgere, tramite Ifoa, un tirocinio extracurricolare presso Lamp San Prospero, trasformatosi poi in assunzione

Barbara dopo un’esperienza di lavoro durata anni in un piccolo negozio alimentare ha deciso di mettersi in gioco, iniziando un tirocinio extracurriculare presso l’azienda Lamp San Prospero di Modena S.p.a. che le ha permesso di…

Leggi l'articolo