Comunicati stampa

Leggi tutto...

Con il piano IFOA finanziato da Fondimpresa è stato possibile ampliare e riconoscere le competenze di 268 lavoratori di 53 aziende agroalimentari di Emilia Romagna, Puglia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Basilicata e Sicilia.

Reggio Emilia, 15 giugno 2018 – L’industria agroalimentare italiana è la numero tre in Europa ed il suo fatturato pari a 137 miliardi di euro, cresciuto dal 2016 ad oggi del +3,8%, ne consolida la posizione, al secondo posto, nel manifatturiero italiano.

Il settore, così importante e distintivo della nostra economia perché nasce da saperi di lunga tradizione delle famiglie imprenditrici e da una cultura fortemente legata ai territori, attraversa un momento di grande trasformazione: innovazione e digitalizzazione dei processi produttivi così come globalizzazione dei mercati richiedono uno sforzo di adeguamento continuo e permanente del capitale umano.

C.I.B.O. – Competitività, Innovazione e Benessere Organizzativo – è il progetto formativo di IFOA, uno dei 20 piani settoriali finanziati dall’Avviso 1/2016 di Fondimpresa, che ha reso possibile ampliare e riconoscere le competenze dei 268 lavoratori di 53 aziende agroalimentari di Emilia Romagna, Puglia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Basilicata e Sicilia. In tutto 1.792 ore di formazione di cui circa il 49,53% incentrate sul tema della qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti, il 25,35% su quello della digitalizzazione dei processi aziendali e il restante il 25,35% sulle tematiche relative all’internazionalizzazione.

Spiega Fabiana Biccirè, che si occupa in IFOA dello sviluppo dei progetti del settore agro-alimentare: “I risultati di C.I.B.O. presentati il 5 giugno a Roma nella sede del Cnel, restituiscono la sintesi di un anno di lavoro e 75 azioni formative realizzate per questo piano, conclusosi a gennaio 2018. Dopo “alimentareInnovazione”, il piano di settore che IFOA aveva realizzato nel 2017 sempre finanziato da Fondimpresa, si rafforza con C.I.B.O. il riconoscimento da parte delle aziende agrolimentari, prevalentemente micro e piccole, del supporto che IFOA può fornire nell’analisi dei loro fabbisogni formativi e nel cogliere e coprire i gap di competenza intervenendo con proposte formative adeguate. Con C.I.B.O. poi è stato compiuto uno sforzo significativo per riconoscere formalmente gli apprendimenti delle persone che hanno partecipato alla formazione per far sì che le competenze acquisite possano essere trasparenti e spendibili. Alcune azioni formative hanno infatti portato al rilascio di una “Scheda capacità e conoscenze”, una certificazione che formalizza, con l’accertamento tramite esame finale, il possesso di conoscenze e capacità appartenenti ad una qualifica del Sistema Regionale Qualifiche, mappabile nel “libretto formativo del lavoratore”. Complessivamente sono 105 lavoratori effettivi ai quali sono state rilasciate le certificazioni nel format della Regione Emilia Romagna dopo 22 azioni formative e un totale di 417 ore di formazione.

Riguardo ai risultati le azioni formative per l’87, 5% dei lavoratori coinvolti nel piano di formazione C.I.B.O. hanno inciso positivamente sull’organizzazione aziendale e sulle performance professionali personali: migliorato il  livello competitivo dell’azienda, maggiore efficienza del processo produttivo, più autonomia lavorativa e nella gestione dei tempi di lavoro, maggiore qualità nelle modalità operative grazie alla conoscenza di nuove tecniche e strumenti sono alcuni dei risultati emersi al termine del progetto. A conferma del fatto che la “buona formazione” aiuta a percorrere il cambiamento ed è un investimento che si traduce in successo per le aziende”.

14 Giugno 2018

Bilancio IFOA 2017: superati i 18 milioni di attività e formate più di 37.000 persone.

Leggi tutto...

Ma il dato significativo è la capacità di accompagnare al lavoro oltre 1000 ragazzi.

Reggio Emilia, 14 giugno 2018 – Presentati oggi, giovedì 14 giugno, all’Assemblea di IFOA i dati relativi al Bilancio 2017. Crescere è la parola che sintetizza il trend positivo di attività svolta nell’ultimo anno.
Rispetto al 2016 registrato un aumento del 10% delle entrate pari, nel 2017, a 17, 3 mln di euro che, uniti a 1 milione di euro sviluppati dalla società partecipata IFOA Management, portano a un risultato complessivo superiore ai 18 mln di euro e un avanzo positivo di oltre 300 mila euro prima delle imposte. Negli ultimi 6 anni la crescita di IFOA ha avuto un andamento costante che ha portato l’istituto ad aumentare le sue attività del 32%. Oggi il patrimonio di IFOA supera i 4 mln di euro.
Nel 2017 IFOA ha formato 37.000 persone, di cui 1.124 sono giovani che hanno aderito a diverse tipologie percorsi mirati ad agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro, dai post diploma alla formazione superiore, agli ITS e IFTS: a 6 mesi dalla conclusione del corso hanno trovato occupazione in media il 76% degli allievi, con punte del 90% in alcuni percorsi formativi. Oltre 9.000 sono i lavoratori coinvolti in piani formativi realizzati per quasi 1.700 aziende, 6.384 gli apprendisti che hanno aderito alla formazione, oltre 4.000 i tirocini attivati in Italia e all’estero e quasi 5.000 le persone che hanno svolto corsi sulla sicurezza. Nel versante delle istituzioni sono 51 i progetti realizzati con le scuole nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro e con percorsi di sviluppo delle competenze digitali e 59 i progetti presentati a livello europeo con il coinvolgimento di oltre 100 partner internazionali.

Umberto Lonardoni, Direttore Generale di IFOA: “Ma la missione di IFOA così come definita dal mandato indicato dai soci partecipanti, il sistema delle Camere di Commercio e la Fondazione Manodori, non consiste tanto nel produrre utili economici quanto nello sviluppare competenze che permettano alle aziende di essere più competitive e alle persone, in particolare i giovani, di valorizzare il talento per realizzarsi professionalmente. Da questo punto di vista risultano ancora più interessanti i dati qualitativi che indicano come l’istituto sia sempre più al centro delle politiche attive per il lavoro a livello locale ma anche nazionale. Infatti nel 2017 IFOA ha completato il suo iter di riconoscimento come Agenzia per il Lavoro e oggi sono attivi i servizi che possono favorire la ricerca, la formazione e l’inserimento delle professionalità richieste dalle aziende. Con questa evoluzione il cerchio di IFOA si chiude: partito dalla formazione il nostro ente è arrivato ad essere un partner globale sul territorio nella gestione delle risorse umane per le aziende”.

“Oltre che nei positivi risultati di bilancio – sottolinea Stefano Landi, Presidente della Camera di Commercio di Reggio Emilia – il valore dell’attività di IFOA è ben rappresentato proprio da queste cifre, che sottolineano con evidenza quante opportunità di qualificazione e di inclusione lavorativa hanno coinvolto imprese, persone e comunità locali. Di questo, e a maggior ragione nel momento in cui il sistema produttivo continua a chiedere nuove competenze e si va abbassando il tasso di disoccupazione – aggiunge Landi – siamo particolarmente soddisfatti”.

L’Academy è un modello di formazione aziendale a 360°, da applicare ai nuovi talenti come alle figure già in organico, che IFOA ha realizzato per diverse realtà, recente è la Ceramic Academy, voluta da Gruppo Romani, Sycer SpA e Stylgraph. La formula è lasciare spazio al confronto, ai casi concreti e alle simulazioni partendo dall’ascolto dei bisogni dell’azienda, dal coinvolgimento del personale negli obiettivi aziendali trasmettendo il valore dell’investimento messo in campo per far crescere le risorse e l’intera organizzazione. Aggiornare le competenze su casi e problemi concreti per sperimentarle subito nel lavoro quotidiano, scegliere giovani da formare con skill tecniche e skill trasversali orientate ai comportamenti individuali e collettivi, monitorare gli esiti formativi con feedback ripetuti per verificare quanto le competenze acquisite si siano rivelate utili e funzionali a ogni ruolo: così l’Academy ha perfezionato in questi anni un modello efficace nell’ aumentare il potenziale dei dipendenti per renderli protagonisti di strategiche sfide aziendali.

(Samantha Ballerini, IFOA –  responsabile consulenza e formazione aziende)

29 Maggio 2018

Academy, formazione virtuosa (per la rivista IMPRENDITORI)

Leggi tutto...

Selezionare, formare, assumere. Un ritmo che piace alle aziende, un modello su cui molte si orientano per assicurare l’inserimento virtuoso di nuovi talenti.

Al tempo stesso formare le figure già presenti in azienda oggi è visto dal management come uno strumento potente per affrontare con successo i veloci processi di cambiamento con i quali le organizzazioni quotidianamente devono confrontarsi.

La formazione è cruciale per diffondere nuove competenze, per rinnovare saperi e comportamenti, per garantirsi in organico la presenza di figure strategiche che permettano all’azienda di crescere sul piano organizzativo, produttivo ed economico.

L’Academy è un modello di formazione aziendale a 360°, da applicare ai nuovi talenti come alle figure già in organico, che IFOA ha realizzato per diverse realtà, recente è la Ceramic Academy, voluta da Gruppo Romani, Sycer SpA e Stylgraph. La formula è lasciare spazio al confronto, ai casi concreti e alle simulazioni partendo dall’ascolto dei bisogni dell’azienda, dal coinvolgimento del personale negli obiettivi aziendali trasmettendo il valore dell’investimento messo in campo per far crescere le risorse e l’intera organizzazione. Aggiornare le competenze su casi e problemi concreti per sperimentarle subito nel lavoro quotidiano, scegliere giovani da formare con skill tecniche e skill trasversali orientate ai comportamenti individuali e collettivi, monitorare gli esiti formativi con feedback ripetuti per verificare quanto le competenze acquisite si siano rivelate utili e funzionali a ogni ruolo: così l’Academy ha perfezionato in questi anni un modello efficace nell’ aumentare il potenziale dei dipendenti per renderli protagonisti di strategiche sfide aziendali.

(Samantha Ballerini, IFOA –  responsabile consulenza e formazione aziende)

11 Maggio 2018

DIGITAL MATCHING DAY il 16 maggio 2018 a Reggio Emilia

Leggi tutto...

Evento gratuito in cui 70 professionisti del Campus Digitale IFOA incontrano aziende e persone interessate alla sfida digitale

REGGIO EMILIA, 11 maggio 2018 – In IFOA batte un cuore digitale. Questa realtà sarà presentata nell’evento “DIGITAL MATCHING DAY” che si terrà il 16 Maggio 2018 a Reggio Emilia, organizzato da IFOA presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi con inizio alle ore 14.30. Un momento di incontro e confronto al quale sono invitate tutte le aziende e le persone interessate alla trasformazione digitale.

Apertura di Umberto Lonardoni, Direttore IFOA, con la presentazione del Campus Digitale, un progetto ideato per colmare, con una formazione mirata, il disallineamento tra la domanda delle imprese di figure specializzate nel campo dell’information technology e la scarsa offerta nel mercato del lavoro di competenze qualificate in questo settore.

A seguire 70 allievi IFOA del Campus Digitale oggi professionisti pronti per essere inseriti in azienda, illustreranno i progetti che hanno realizzato con il supporto di esperti e formatori digitali a conclusione del loro percorso formativo. Le aziende che parteciperanno all’evento riceveranno una password con cui potranno consultare in un’area web dedicata i profili dei 70 ragazzi e selezionare le loro preferenze.

Chiudono l’evento Federica Visigalli, referente Accademia Zucchetti SpA, che insieme ad Elisa Braghiroli, responsabile della formazione giovani IFOA, racconterà l’esperienza di partnership formativa realizzata tra le due realtà e Francesco Buzzoni, responsabile area digitale IFOA, con un focus sulle nuove professionalità richieste e progettate per le aziende.

Leggi tutto...

Selezionare, formare, assumere. Un ritmo che piace alle aziende, un modello su cui molte si orientano per assicurare l’inserimento virtuoso di nuovi talenti.

Al tempo stesso formare le figure già presenti in azienda oggi è visto dal management come uno strumento potente per affrontare con successo i veloci processi di cambiamento con i quali le organizzazioni quotidianamente devono confrontarsi.

La formazione è cruciale per diffondere nuove competenze, per rinnovare saperi e comportamenti, per garantirsi in organico la presenza di figure strategiche che permettano all’azienda di crescere sul piano organizzativo, produttivo ed economico.

L’Academy è un modello di formazione aziendale a 360°, da applicare ai nuovi talenti come alle figure già in organico, che IFOA ha realizzato per diverse realtà, recente è la Ceramic Academy, voluta da Gruppo Romani, Sycer SpA e Stylgraph. La formula è lasciare spazio al confronto, ai casi concreti e alle simulazioni partendo dall’ascolto dei bisogni dell’azienda, dal coinvolgimento del personale negli obiettivi aziendali trasmettendo il valore dell’investimento messo in campo per far crescere le risorse e l’intera organizzazione. Aggiornare le competenze su casi e problemi concreti per sperimentarle subito nel lavoro quotidiano, scegliere giovani da formare con skill tecniche e skill trasversali orientate ai comportamenti individuali e collettivi, monitorare gli esiti formativi con feedback ripetuti per verificare quanto le competenze acquisite si siano rivelate utili e funzionali a ogni ruolo: così l’Academy ha perfezionato in questi anni un modello efficace nell’ aumentare il potenziale dei dipendenti per renderli protagonisti di strategiche sfide aziendali.

(Samantha Ballerini, IFOA –  responsabile consulenza e formazione aziende)

23 Aprile 2018

IFOA è Agenzia per il Lavoro- Servizi a 360 gradi per promuovere il lavoro. Sportello aperto a Reggio Emilia

Leggi tutto...

Reggio Emilia, 23 aprile 2018 – Giovani e adulti che cercano occupazione o vogliono inserirsi di nuovo nel mercato del lavoro possono trovare tante risposte in IFOA, ora finalmente Agenzia per il Lavoro: non è una sigla ma una garanzia di qualità per servizi che vantano un legame storico con il mondo delle imprese e una collaudata esperienza nell’individuare i finanziamenti pubblici, le misure e gli incentivi che promuovono l’occupazione.

Orientamento e ricerca di opportunità lavorative, tirocini formativi, mediazione tra domanda e offerta di lavoro, percorsi di formazione per l’avvio d’impresa sono le attività in cui IFOA è impegnata in tutte le sue sedi in Emilia Romagna.

IFOA, agenzia iscritta all’albo del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, oltre a svolgere attività di mediazione tra domanda e offerta di lavoro a livello nazionale, è ora accreditata dalla Regione Emilia Romagna per l’attuazione regionale delle misure di politica attiva, con l’attivazione di specifici Sportelli per il Lavoro aperti, in modo permanente, presso la sede di Reggio Emilia, ma anche in quelle di Modena, Parma, Bologna, Forlì e Ravenna per fornire servizi a tutte le persone che si trovano in stato di disoccupazione da almeno 4 mesi e non ricevono un sostegno al reddito.
In questi mesi sono in programma anche diverse attività specifiche. Il 10 e 24 maggio a Reggio Emilia appuntamento con i pomeriggi per il lavoro, gli incontri gratuiti per scoprire come orientarsi e quali strumenti e strategie utilizzare per rendere più efficace la ricerca del lavoro. Fino a dicembre 2018 è in programma la formazione gratuita a sostegno dell’imprenditorialità, con corsi in più edizioni organizzati a moduli per consentire agli interessati di costruire un percorso formativo personalizzato e ancora i corsi del progetto Entryway finanziato dalla Commissione Europea specificamente rivolti a cittadini non comunitari con background migratorio: IFOA è il referente italiano di Entryway per la Regione Emilia Romagna e Puglia e collabora con i partner europei del progetto che operano localmente con il medesimo scopo.

Francesca Lusenti, Responsabile Servizi per il Lavoro IFOA, aggiunge: “ Aiutare le persone a trovare lavoro è un impegno di IFOA da sempre. Con l’attivazione degli Sportelli e grazie alle misure finanziate dalla Regione Emilia Romagna si facilita un meccanismo di personalizzazione dei percorsi di inserimento al lavoro, mettendo in atto un sistema che veramente e concretamente può aiutare sia il giovane, che l’adulto disoccupato da più tempo”.

12 Aprile 2018

IFOA è Agenzia per il Lavoro - Redazionale Gazzetta di Parma

Leggi tutto...

Nella sede di Parma Pomeriggi e Sportello per il lavoro e accompagnamento al fare impresa. Partecipazione sempre gratuita

Nuovi progetti e nuove iniziative gratuite in IFOA finalmente promossa Agenzia per il Lavoro.
Alle persone in cerca di occupazione nella sede di Parma, in via dei Marcati 9/B, IFOA offre servizi di orientamento e di ricerca di opportunità lavorative, mediazione tra domanda e offerta, percorsi di formazione per l’avvio d’impresa.

I POMERIGGI DEL LAVORO
Per le persone che non hanno mai lavorato o le persone disoccupate tre incontri GRATUITI di orientamento al mondo del lavoro sono in programma nella sede di Parma mercoledì 18 aprile, il 3 e 30 maggio 2018.
Gli esperti di IFOA parleranno di:
• strumenti di ricerca attiva del lavoro
• strategie per ottimizzare la presentazione della propria candidatura alle aziende
• modalità per affrontare il colloquio di selezione
• agevolazioni e finanziamenti messi a disposizione della Regione Emilia Romagna
• formazione per arricchire le competenze professionali


SPORTELLO SERVIZI PER IL LAVORO

IFOA è accreditato dalla Regione Emilia Romagna per le attività di Sportello Servizi per il Lavoro, aperto nella sede di Parma nei seguenti giorni:
• Lunedì – ore 9.00 – 13.00 / 14.00 – 17.00
• dal Martedì al Venerdì – ore 9.00 – 13.15

L’obiettivo di questo servizio è supportare le persone disoccupate in tutte le fasi di ricerca del lavoro, come previsto dal piano di intervento per l’occupazione della Regione Emilia Romagna.
Le persone che si rivolgono allo Sportello Servizi per il Lavoro saranno accompagnate in un percorso articolato e personalizzato volto a individuare il loro specifico progetto professionale e a realizzare le azioni più adeguate a perseguirlo, mettendo in atto tutte le iniziative per l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.
Possono accedere al servizio le persone iscritte da almeno 4 mesi allo stato di disoccupazione ai sensi del D.lgs n. 150/2015, che non siano beneficiarie di prestazioni a sostegno del reddito.

FORMAZIONE PER L’AUTOIMPIEGO E L’AVVIO DI IMPRESA
In programma a Parma i percorsi formativi GRATUITI per le persone non occupate che, per attitudini e aspettative personali, sono motivate a dare avvio alla loro impresa, o stanno ancora elaborando la propria idea e valutando il proprio potenziale per investire in un percorso di autoimpiego.
I corsi sono programmati fino a dicembre 2018: ogni edizione parte al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

CONTATTACI IN IFOA a Parma
in Via dei Mercati, 9/B
Telefono +39 0521 942800 – Numero verde 800 91 51 08
Email ifoaparma@ifoa.it

3 Aprile 2018

CERAMIC ACADEMY

Leggi tutto...

Gruppo Romani, Sicer e Stylgraph investono su giovani talenti motivati a formarsi come tecnici commerciali e marketing per il sistema produttivo ceramico.
L’iniziativa cofinanziata dalla Regione Emilia-Romagna con Fondo Sociale Europeo, è realizzata in collaborazione con IFOA

Casalgrande, 03 aprile 2018 – Al via Ceramic Academy, iniziativa fortemente voluta da Gruppo Romani, Sicer e Stylgraph, tre importanti realtà del settore ceramico, che mira ad orientare, formare e sostenere i giovani che entrano in contatto per la prima volta con il mondo del lavoro. Realizzato in collaborazione con IFOA il nuovo percorso di formazione di 500 ore, cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna con Fondo Sociale Europeo è dedicato a una figura specializzata e strategica per il settore, quella del Tecnico commerciale e marketing per il sistema produttivo ceramico. I 12 allievi della Ceramic Academy saranno attentamente selezionati per essere formati nelle tre realtà lavorative che partecipano al progetto.
I giovani interessati potranno presentare la propria candidatura all’indirizzo www.ifoa.it/ceramic-academy dove sono inoltre specificati i requisiti di cui i destinatari del corso devono essere in possesso, gli obiettivi formativi e i principali contenuti. Ceramic Academy si rivolge in particolare a diplomati o laureati preferibilmente ad indirizzo economico, marketing, gestionale e linguistico, non occupati, senza esperienza lavorativa o con esperienza lavorativa non coerente o irrilevante rispetto ai contenuti del corso, che siano residenti o domiciliati in Emilia-Romagna.
“Il mercato globale è sempre più competitivo e richiede competenze specifiche – racconta Giorgio Romani, Presidente del Gruppo Romani – per questo è fondamentale che il mondo produttivo si impegni in prima persona per formare nuovi professionisti. Dopo una positiva esperienza condotta lo scorso anno, avviare un secondo percorso rivolto ai giovani è stata una scelta naturale, poiché investire sulle persone e sul territorio come componente strategica per affrontare le sfide del futuro fa parte del nostro DNA aziendale”.
“Il nostro settore – riporta Giuliano Ferrari, amministratore delegato Sicer Spa – è sempre più focalizzato all’innovazione tecnologica del prodotto, e richiede sempre più attività di ricerca e sviluppo finalizzate alle nuove esigenze della clientela, nonché una rapidità di decisioni e cambiamenti. Per rimanere in linea con tale evoluzione del mercato, sempre più globale, le leve necessarie passano, senza dubbio, da una migliore formazione interna del personale in forza, da un necessario inserimento di giovani e motivati talenti con una formazione orientata alle specifiche esigenze aziendali, nonché da una maggior collaborazione interaziendale per massimizzare la forza del distretto e del territorio. Tutti questi elementi sono la base del progetto Ceramic Academy del quale siamo orgogliosi di far parte”.
“La nostra scelta negli ultimi anni – spiega Maurizio Cavagnari, Amministratore Unico del Gruppo Stylgraph – è stata di credere nelle nuove generazioni e di puntare su di loro e sulla loro preparazione, che deve essere più completa e di qualità per permettere di affrontare al meglio le nuove sfide di un mercato sempre più internazionale ed esigente. Ed è su queste convinzioni che leggiamo in questo progetto una grande opportunità per tutti i giovani che hanno il coraggio di credere nelle proprie capacità.”
“Con questo ulteriore progetto di Academy IFOA conferma ancora una volta la sua forte vocazione a dialogare con il mondo delle imprese e la sua esperienza ormai ventennale nella gestione di scuole di formazione create all’interno delle aziende per valorizzarne la cultura e sostenere la loro competitività sul mercato – aggiunge Umberto Lonardoni, Direttore di IFOA. Penso che il progetto Ceramic Academy dedicato alla formazione di nuovi giovani talenti da inserire in organico, testimoni quanto sia fondamentale per le aziende investire su una formazione mirata e altamente professionalizzante per riuscire a mantenere il proprio posizionamento sul mercato e continuare a crescere e innovare e, al contempo, evidenzi come oggi lo strumento più efficace per inserire nuove risorse umane sia proprio costruire con le stesse aziende il percorso di ricerca e selezione delle persone e poi di formazione per i loro specifici bisogni”.

“Tecnico commerciale e marketing per il sistema produttivo ceramico” Operazione Rif. PA 2017-9094/RER approvata con Deliberazione di Giunta Regionale Numero 325 del 12/03/2018 e cofinanziata con risorse del Fondo sociale europeo e della Regione Emilia-Romagna”.

14 Marzo 2018

Soft Skill New Skill? (per la rivista IMPRENDITORI)

Leggi tutto...

Dopo decenni di enfasi posta da esperti di HR sul possesso delle competenze tecniche (hard skill), ritenute una panacea per contrastare disoccupazione o inoccupazione, oggi la digitalizzazione dei processi e la quarta rivoluzione industriale hanno riportato a galla le competenze trasversali o soft skill. Per IFOA sono da sempre un punto di forza.

Motivazione, Flessibilità/Adattabilità, capacità di Apprendimento, Responsabilità, Autocontrollo, Integrità sono soft skill con la lettera maiuscola, necessarie per agire in azienda, nei vari ruoli, con Efficacia, Creatività, spirito di Iniziativa, capacità di Comunicazione, senso di Gruppo.

Il lavoratore 4.0 immerso nei processi di trasformazione della nuova era, oltre alle competenze tecniche, deve mettere a punto comportamenti che gli permettano di stare al passo con l’innovazione, di orientarsi nel continuo cambiamento dei processi e di raggiungere un risultato/obiettivo finale che oggi assume il nuovo significato di goal personale.

Offrire oggi suggestioni e laboratori per allenare le soft skill personali è quindi un tema irrimandabile delle politiche attive per il lavoro ed è da affrontare con le persone che ricercano o vogliono mantenere e sviluppare il proprio lavoro: la formula “più consapevolezza più adesione agli obiettivi lavorativi” è vincente e il valore del “cambiamento” come fase della vita del lavoratore 4.0 è da sostenere con metodo e con soft skill adeguate.

Infine per le aziende quanto più oggi è importante riconoscere e “trattenere” le risorse senior dotate di armoniche hard skill e soft skill, al pari è indispensabile che esse si attrezzino con la soft skill del “trovare ed inserire” le nuove risorse, portatrici di nuovi valori: i Millennials.

(Ornella Trombino, Responsabile HeadQuarter Formazione a Catalogo di IFOA)

8 Marzo 2018

IFOA, tutto sull’imprenditorialità

Leggi tutto...

In formazione 31 start up e PMI innovative, corsi brevi su temi trend, appuntamenti in Impact Hub per startupper e dall’Europa formazione per aspiranti imprenditori stranieri.

Reggio Emilia, 08 marzo 2018 – Imprenditorialità e startup innovative possono giocare un ruolo fondamentale per la crescita economica e l’occupazione nel nostro paese. Ma il fare impresa si deve misurare oggi con un contesto altamente competitivo: per IFOA conoscenza, comunicazione, networking sono alcuni dei fattori chiave su cui insistere con una formazione adeguata per alimentare un approccio virtuoso all’imprenditorialità.

In questi mesi IFOA sta attuando un progetto ambizioso per 32 tra Start up e PMI innovative delle provincie di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna, finanziato dalla Regione Emilia Romagna: si tratta di 7 progetti formativi, tra cui uno per Midnight Call, la start up lanciata nel 2014 a Reggio Emilia nota per il portale Fazland, che hanno l’obiettivo di agevolare il decollo delle start up, assicurare loro il raggiungimento di un solido livello di maturazione, ma anche effettuare il cosiddetto scale-up di PMI innovative di forma evoluta, per stabilizzarne in modo definitivo il business.

“Abbiamo terminato a febbraio la fase d’aula – spiega Francesco Buzzoni di IFOA, responsabile del progetto. “Siamo partiti con 24 ore di Business Model Canvas Assessment un processo che permette di creare dinamiche di condivisione, tipiche delle community, e di avere come output finale l’individuazione degli elementi di business più deboli e carenti e da rinforzare. Sugli esiti di questo confronto si innesterà la seconda fase del percorso formativo, 40 ore di accompagnamento individuale per ogni start up/pmi, in cui si potranno approfondire temi emersi nella prima fase o affrontare tematiche diverse di interesse specifico. Il percorso terminerà a luglio 2018”.
Commentano il lavoro svolro tre start upper reggiani che partecipano al progetto.
Per Nicolò Magnanini, CEO di Pigro.ai, “è stato interessante avere un confronto con terzi sulla nostra proposition e avere dei suggerimenti su come migliorarla. Grazie alla formazione gratuita di 40 ore di IFOA andremo a migliorare e crescere in 2 aree: stesura dei contratti e comunicazione, due aspetti importanti per il nostro business”. “La formazione specifica e focalizzata ha un peso molto importante per le start up ma anche per le aziende in genere. In una società come la nostra in continua evoluzione, dove la tecnologia è sempre più innovativa, la conoscenza è lo strumento cardine per fare progredire la propria realtà” è la riflessione di Stefania Azzali, presidente e general manger di Casa Gioia.
Luca Sereni, CEO di FREEDOM WAVES e HYRIDRA aggiunge ”Come abbiamo ribadito durante il corso, fare questo mestiere implica sapersi destreggiare tra aspetti da un lato amministrativi e di gestione e dall’altro puramente operativi, il tutto molto spesso in tempi ridotti all’osso. La condivisione di metodi efficaci per il corretto approccio ai problemi delle Start-Up è molto importante proprio per potersi dedicare in maniera produttiva ai problemi di tutti i giorni senza perdere di vista gli obiettivi comuni”.

Ma in IFOA c’è dell’altro. Per chi vuole acquisire gli strumenti che servono a costruire consapevolmente un progetto imprenditoriale il programma giusto, cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna e dal Fondo Sociale Europeo, è “Operazione Al via l’impresa”, brevi percorsi modulari gratuiti su temi di tendenza per l’impresa moderna e sempre a Reggio Emilia IFOA dà appuntamento agli startupper in ImpactHub per 5 incontri da marzo a maggio di Sofà So Good, il divano più interattivo della città. Infine dall’Europa approda in IFOA il concetto di imprenditorialità senza confini: con il progetto Entryway, finanziato dall’Unione Europea, IFOA cerca aspiranti imprenditori stranieri interessati a trasformare la propria idea di business in una vera impresa. Non è facile, ma l’esperienza IFOA sul tema sarà di grande aiuto.

5 Marzo 2018

Sei corsi gratuiti IFOA per disoccupati a Reggio Emilia, Modena e Bologna

Leggi tutto...

A marzo programmati gli incontri di presentazione e nuovi titoli in uscita nelle prossime settimane 

Qualità della formazione per un lavoro qualificato: è questo l’obiettivo dei corsi di formazione IFOA cofinanziati con risorse del Fondo sociale europeo e della Regione Emilia-Romagna.
Attualmente sono sei i percorsi in programma rivolti a giovani e adulti disoccupati con diploma o laurea, residenti o domiciliati in Regione Emilia-Romagna, ai quali se ne aggiungeranno altri nelle prossime settimane: riguardano specializzazioni nel settore informatico ma anche acquisizione di nuove competenze di marketing 4.0 o la qualificazione di personale per la moderna ristorazione.

I percorsi formativi hanno una durata variabile dalle 500 alle 600 ore e sono come sempre strutturati in una fase di teoria e in una di stage in azienda. Nel mese di marzo verranno presentati i programmi dei percorsi già in calendario nelle rispettive sedi IFOA di svolgimento: Esperto in gestione del bar, caffetteria e ristorazione moderna il 19 marzo a Modena, e a Reggio Emilia il 28 marzo i due corsi Data protection officer & analyst e Marketing Technologist.
A Bologna invece in aula il 5 e il 9 aprile gli allievi selezionati per Specialista della gestione e sicurezza delle reti informatiche e Analista Funzionale.

È da tenere in considerazione poi il nuovissimo Tecnico commerciale-marketing per il sistema produttivo ceramico, uno dei corsi ancora in fase di approvazione come altri che verranno programmati nelle prossime settimane.
“Concepiamo e progettiamo questi percorsi tenendo presenti due realtà che devono incontrarsi: da una parte ci sono le persone che devono acquisire le competenze richieste dalle aziende e dall’altra sollecitiamo le aziende affinché investano su personale qualificato e valorizzino i talenti – spiega Elisa Braghiroli, responsabile IFOA della Formazione per disoccupati. “I corsi infatti sono sempre realizzati in partnership con aziende di settori pertinenti e in alcuni casi questa collaborazione è talmente forte e importante da dare vita a vere e proprie Academy aziendale. Ne è un esempio il corso “Analista funzionale” realizzato a Bologna su richiesta di Crif, azienda specializzata in sistemi di informazioni creditizie e business information, che ha la necessità di implementare questa figura e metterà alla prova gli allievi nella fase di stage”.

1 Marzo 2018

Cinque corsi gratuiti IFOA per disoccupati a Bologna, Modena e Reggio Emilia

Leggi tutto...

A marzo programmati gli incontri di presentazione e nuovi titoli in uscita nelle prossime settimane

Qualità della formazione per un lavoro qualificato: è questo l’obiettivo dei corsi di formazione IFOA cofinanziati con risorse del Fondo sociale europeo e della Regione Emilia-Romagna.
Attualmente sono cinque i percorsi in programma rivolti a giovani e adulti disoccupati con diploma o laurea, residenti o domiciliati in Regione Emilia-Romagna, ai quali se ne aggiungeranno altri nelle prossime settimane: riguardano specializzazioni nel settore informatico ma anche acquisizione di nuove competenze di marketing 4.0 o la qualificazione di personale per la moderna ristorazione.

I percorsi formativi hanno una durata variabile dalle 500 alle 600 ore e sono come sempre strutturati in una fase di teoria e in una di stage in azienda. Nel mese di marzo verranno presentati i programmi dei percorsi già in calendario nelle rispettive sedi IFOA di svolgimento: a Bologna Specialista della gestione e sicurezza delle reti informatiche e Analista Funzionale il 5 marzo, Esperto in gestione del bar, caffetteria e ristorazione moderna il 19 marzo a Modena, e a Reggio Emilia il 28 marzo i due corsi Data protection officer & analyst e Marketing Technologist.

Concepiamo e progettiamo questi percorsi tenendo presenti due realtà che devono incontrarsi: da una parte ci sono le persone che devono acquisire le competenze richieste dalle aziende e dall’altra sollecitiamo le aziende affinchè investano su personale qualificato e valorizzino i talenti – spiega Elisa Braghiroli, responsabile IFOA della Formazione per disoccupati. “I corsi infatti sono sempre realizzati in partnership con aziende di settori pertinenti e in alcuni casi questa collaborazione è talmente forte e importante da diventare una vera e propria Academy aziendale. Ne è un esempio il corso “Analista funzionale” realizzato a Bologna su richiesta di Crif, azienda specializzata in sistemi di informazioni creditizie e business information, che ha la necessità di implementare questa figura e metterà alla prova gli allievi nella fase di stage”.

9 Febbraio 2018

IFOA in primo piano nella formazione per il settore logistica e trasporti

Leggi tutto...

30 aziende, 1050 ore di formazione, 250 lavoratori coinvolti in un progetto finanziato da Fondimpresa

Il workshop “Fattori di cambiamento nel settore Logistica, Porti e trasporti”, tenutosi a Genova il 31 gennaio, è stato l’occasione per evidenziare il ruolo che IFOA ha a fianco di Scuola Nazionale Logistica e Trasporti di La Spezia nella realizzazione di piani formativi finanziati da Fondimpresa per il personale del settore: ad oggi, in partnership con la scuola spezzina, IFOA ha realizzato 13 piani formativi in oltre 400 aziende del territorio nazionale. In tutto 30.000 ore di formazione in cui sono stati coinvolti 9.000 lavoratori.
Con il progetto “UPGRADE – Competenze per la competitività del sistema logistico”, finanziato con l’Avviso 1/2016 di FONDIMPRESA – Ambito II Settoriale, terminato a gennaio 2018, la Scuola Nazionale della Spezia, capofila di un’Associazione Temporanea di Impresa di cui oltre a IFOA fanno parte Enfap Marche ed Engim Veneto, ha realizzato piani formativi per i dipendenti di 65 Imprese in 10 Regioni italiane (Liguria, Emilia Romagna, Marche, Veneto, Sardegna, Calabria, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Basilicata), con l’obiettivo di trasferire competenze innovative in tema di organizzazione, qualificazione dei processi, internazionalizzazione, cultura della sicurezza.
Un ruolo di primo piano per IFOA che all’interno di “UPAGRADE” si è occupato della realizzazione dei piani formativi di 30 aziende con sede in Basilicata, Calabria, Puglia, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto realizzando un totale di 1050 ore di formazione per oltre 250 lavoratori. Di queste 308 ore sono state realizzate per i 66 dipendenti di aziende emiliano romagnole: C.O.V.E.R. (Consorzio Vettori Emilia Romagna), FRESH HUB LOGISTIC SRL e DVB LOGISTIK SRL di Bologna, CAD EURO POOL SRL, CePIM SpA Interporto di Parma, MEC TRASPORTI SRL e SANI TRASPORTI di Parma, ACCORSI GREEN e FERRI SYSTEM SRL di Reggio Emilia.
“UPGRADE” si è avvalso anche dell’apporto di partner come l’ Istituto tecnico ‘Capellini-Sauro’ della Spezia e di ‘Cieli’, Centro Italiano di Eccellenza per la Logistica, i Trasporti e l’Intermodalità dell’Università di Genova e della supervisione scientifica di professionisti e docenti universitari quali Maurizio Da Bove, Enrico Musso, Francesco Parola e Pierangelo Celle.

23 Gennaio 2018

“Dalla formazione sociale all’etica civile. Una storia italiana, un’esperienza emiliana: la Scuola dei Gesuiti al Centro S. Cuore di Baragalla a Reggio Emilia”

Leggi tutto...

Nel convegno di sabato 27 gennaio, in IFOA a Reggio Emilia, la lezione magistrale di Padre Beniamino Sorge

Si tiene sabato 27 gennaio 2018 nella sede IFOA di via G. Giglioli Valle, a Reggio Emilia, il Convegno ” Dalla formazione sociale all’ etica civile.Una storia italiana, un’esperienza emiliana: la Scuola dei Gesuiti al Centro S. Cuore di Baragalla a Reggio Emilia” promosso dal Circolo di cultura G. Toniolo e da UCID, con il patrocinio della Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla.

IFOA offre la sua ospitalità a questo evento in ricordo di un legame speciale che ha avuto con la storia dei Gesuiti di Baragalla: fu infatti presso il Centro del Sacro Cuore che IFOA istituì la prima sede centrale a Reggio Emilia e svolse la sua attività dal 1976 al 2013.

Spiega Luigi Bottazzi, Presidente del Circolo di cultura Giuseppe Toniolo:
“L’idea di questo Convegno nasce da una ricerca storica da me elaborata e pubblicata sulla Strenna 2016 degli Artigianelli, in cui ho esaminato la presenza e la “missione” a Reggio Emilia dei Padri Gesuiti provenienti dal Centro San Fedele di Milano. Con la Scuola Superiore di Scienze Sociali, fondata nel 1959 e diretta dal Prof. Padre Luigi Rosa, essi realizzarono uno dei progetti formativi di eccellenza per la formazione dei laici cristiani. Il Centro dei Gesuiti fu una vera novità che, grazie alla sua realtà viva, dinamica, aperta ai mutamenti della società italiana, divenne una fucina di nuove iniziative parrocchiali e locali nel campo della catechesi, della pastorale ma anche della cultura a livello sociale. Il convegno non vuole fare solo memoria storica o illustrare le novità formative per consolidare l’impegno sociale e politico dei cattolici che i Gesuiti avevano sperimentato a Milano, prima di trapiantarle nella nostra città, ma collocare quell’esperienza didattica nel campo più generale del progresso degli studi delle discipline sociologiche in Italia “.

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza di navigazione su questo sito web, IFOA utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
- cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie)
- cookie di tipo pubblicitario (advertising cookie)
- cookie di tipo statistico (performance cookie).
che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare all'indirizzo http://privacylabv3.metislab.net/informativa.php?09395343337
sono presenti le istruzioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.
Cliccando su "OK" o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell'Informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Reg.to UE 2016/679.