In pieno svolgimento il progetto “Donne Rifugiate” di Ifoa con la collaborazione di CIRFOOD e finalizzato all’inclusione e all’inserimento lavorativo di donne rifugiate e in condizioni di fragilità sui territori di Reggio Emilia, Modena e Bologna

8 Novembre 2022

Un altro, nobile e ambizioso progetto per aiutare le donne, e in particolare quelle che per condizioni personali avverse, come lo status di rifugiate, sono in cerca di lavoro, per potersi così riaffermare nella società, innestando un percorso virtuoso di crescita personale oltre che di carriera. Uscire da una condizione di difficoltà è possibile anche e soprattutto grazie a questo

14 tra cooperative e associazioni che si occupano di accoglienza e assistenza dei rifugiati tra Reggio Emilia, Modena e Bologna, sono state coinvolte nell’iniziativa “Donne Rifugiate” – Operazione approvata dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziata dall’Unione Europea NextGeneration EU, dal Programma regionale Fondo Sociale Europeo Plus e dal PNRR – Programma GOL” col sostegno di CIRFOOD. Il progetto, iniziato nella primavera del 2022 è ora giunto in una fase cruciale che vedrà le donne destinatarie, inserite in un programma che prevede un tirocinio formativo in diverse realtà delle province di cui sopra. L’obiettivo del piano è quello di far portare a termine queste esperienze tra Gennaio e Febbraio 2023, con l’auspicio che possano anche trasformarsi in una vera opportunità di lavoro stabile e continuativa per le protagoniste.

Ifoa è orgogliosa di aver risposto a questo bisogno emerso nel nostro territorio”, spiega Serenella Musu, Responsabile di Sviluppo Politiche Attive del Lavoro di Ifoa, che continua “26 donne sono state inserite in un programma che prevede un tirocinio formativo di tre mesi, coperto da un rimborso spese mensile, in un’importante catena di ristorazione del nostro territorio, potendo così ricostruire la propria vita e il proprio futuro. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione con CIRFOOD, che ospiterà le tirocinanti nei propri locali e servizi di ristorazione diffusi nelle tre province. A oggi sono 6 i tirocini attivati, 2 su Modena e 4 su Reggio Emilia. Ma c’è dell’altro: il percorso in cui queste donne sono state introdotte è un percorso a 360 gradi, che vuole andare oltre il mero inserimento lavorativo. Abbiamo cercato di fornire loro strumenti fondamentali per muoversi con sicurezza e autonomia, come il padroneggiare una lingua straniera. Tutte hanno potuto svolgere il corso di Italiano finanziato dal FSE e dalla Regione Emilia-Romagna per acquisire una conoscenza base della nostra lingua, un passaggio fondamentale quindi per iniziare un lavoro qui o comunque un percorso d’integrazione. Due aule sono state attivate lo scorso settembre su Modena e Reggio Emilia con corsi della durata di 38 ore, ovviamente completamente gratuiti per le utenti”.

Il cammino di queste donne è sicuramente molto variegato, in generale fuggono tutte da qualcosa e cercano qui in Italia un aiuto, un sostegno, la spinta per risollevarsi. Alcune di loro vorrebbero stabilirsi con continuità nel nostro Paese, ma non tutte riescono a farlo, dovendo rientrare nel proprio paese dopo pochi mesi. Percorsi complessi, a volte lunghi prima di trovare una certa serenità e stabilità, interiore prima che lavorativa. Come conclude Serenella Musu: “In questo, tuttavia, c’è un minimo comun denominatore che permette di guidare queste “eroine” nella propria sfida e assisterle con costanza e al meglio: lo strumento del tirocinio formativo attuato con un focus molto forte sull’orientamento pre e post esperienza e sul monitoraggio in itinere”.

donne

08 Novembre 2022

In pieno svolgimento il progetto “Donne Rifugiate” di Ifoa con la collaborazione di CIRFOOD e finalizzato all’inclusione e all’inserimento lavorativo di donne rifugiate e in condizioni di fragilità sui territori di Reggio Emilia, Modena e Bologna

Un altro, nobile e ambizioso progetto per aiutare le donne, e in particolare quelle che per condizioni personali avverse, come lo status di rifugiate, sono in cerca di lavoro, per potersi così riaffermare nella società,…

Leggi l'articolo

08 Aprile 2021

Gli effetti della pandemia sull’occupazione femminile nel 2020: facciamo il punto e ripartiamo investendo sulla formazione e sulla crescita del digitale

Occupazione femminile: i dati del 2020 Nel corso del 2020 il mercato ha subito un duro colpo a causa dell’emergenza Covid-19, molte attività hanno dovuto chiudere e tante altre hanno visto crollare il proprio fatturato,…

Leggi l'articolo