IFOA e l’Università di Rimini insieme per un percorso sull’intercomprensione (IC) dedicato agli studenti stranieri di Radiologia

30 Gennaio 2020

Lo scorso 21 gennaio siamo stati a Rimini per il progetto Intermove for Trainers che ha coinvolto gli studenti della facoltà di radiologia dell’Università.

Intermome-rimini

La parola intercomprensione è negli ultimi mesi un leitmotiv in diverse attività di Ifoa. Lavoriamo per favorirla e diffonderne il significato dalle molte sfaccettature nonché la sua applicazione pratica nei vari progetti che seguiamo e curiamo, in particolar modo nel filone di quelli internazionali.

Prima con IC EU, oggi con Intermove for Trainers, il nostro obiettivo è quello di creare modelli condivisibili ed “esportabili” per “formare i formatori” che operano nell’ambito della mobilità europea e con studenti in Erasmus, mirando ad aiutare i partecipanti nel superare le barriere comuni alla mobilità come le questioni interculturali, al fine di sviluppare una competenza comunicativa plurilinguistica.

Il progetto Intermove ha incrociato di recente la propria strada con quella del mondo accademico, in particolar modo con la facoltà di Radiologia dell’Università di Rimini, costruendo un percorso che ruota, appunto, attorno all’intercomprensione per gli studenti stranieri della facoltà. Nel nostro articolo di oggi del Blog Ifoa, cerchiamo di spiegarvi cosa abbiamo fatto a Rimini lo scorso 21 gennaio, partendo dall’idea che sta dietro al progetto, per scendere poi più nel dettaglio delle azioni messe in campo.

Intermove for Trainers è in continua evoluzione e al servizio di una società che ha sempre più bisogno di abbattere le barriere comunicative tradizionali. Per seguire questo e gli altri progetti europei di Ifoa, visitate il nostro sito.

Articoli correlati