L’orientamento al lavoro ai tempi del Coronavirus: da Ifoa Management la testimonianza di Stefania Pratissoli

orientamento al lavoro

Come è stato possibile proseguire i servizi di orientamento al lavoro in epoca di emergenza Coronavirus? Come si è riorganizzata la vostra unità per far fronte all’impossibilità di continuare di persona le attività di sportello/orientamento?

Fare orientamento è un mestiere bello tanto quanto delicato. Come altre categorie professionali, in un certo modo e con tutta l’umiltà del caso, anche noi abbiamo “in mano” un pezzo del destino delle persone che si rivolgono a noi”. Si apre così la chiacchierata con la collega di Ifoa Management, Stefania Pratissoli. Non è la prima volta che la “intervistiamo” e come lei altri colleghi che in Ifoa lavorano nel servizio di Sportello per il Lavoro. Ma l’abbiamo voluta risentire, nel pieno di questa emergenza ormai non più tanto emergenza, quanto “nuovo assetto” lavorativo, per capire insieme come anche questo servizio di Ifoa si sia riorganizzato e “rivisitato”.

“Siamo abituati ad incontrare le situazioni più disparate, gente che ci chiama e ci dice: – Mi hanno detto che voi trovate un lavoro. Mi aiutate? – oppureHo mandato il mio CV ovunque e nessuno mi ricontatta. Perché? Cosa faccio di sbagliato?”.Tanti arrivano spesso da noi in un momento di confusione della propria vita, hanno bisogno di chiarimenti per uscire da uno stato di empasse e difficoltà. Altre ancora lavorano da anni in un settore e decidono di dare una svolta alla propria carriera cambiando nettamente, ma non hanno idea di quali siano gli altri ambiti in cui potersi spendere. Una cosa accomuna tutte queste persone: non sanno esattamente cosa sia l’orientamento, almeno fino a quando non ci conoscono”.

Questo è il quadro in cui spesso l’orientatore si trova a lavorare. Accogliere una persona, capire la sua situazione, cercare una sintonia con lei per poi iniziare insieme un percorso, appunto d’orientamento, il cui scopo fondamentale è mettere la persona stessa nelle condizioni di capire cosa vuole, quali sono le proprie competenze e come sono spendibili e di diventare quindi autonoma nel cercare lavoro e di proporre autocandidature “efficaci”.

Nei servizi di orientamento al lavoro quindi, che Ifoa offre attraverso lo Sportello per il Lavoro, la relazione umana sta alla base di tutto. Ed in questo periodo di emergenza Coronavirus, che ha visto svariati settori economici reinventarsi ed adattarsi per proseguire la propria attività, “anche noi di Ifoa abbiamo dovuto rimodellare in fretta un servizio che è da sempre un nostro punto di forza, ma che, proprio perché basato sulla fiducia di una relazione interpersonale, rischiava di essere minato dal muro innalzatosi repentinamente del distanziamento sociale”, continua Stefania.

La Regione Emilia Romagna ha per fortuna autorizzato gli enti che fanno servizio di sportello per il lavoro a proseguire le attività in remoto, sfruttando quindi le stesse modalità a distanza attivate per la formazione. Ifoa non ha così interrotto il servizio di orientamento al lavoro, contattando da subito le persone prese in carico poco prima e iniziando gli incontri avvalendosi degli strumenti tecnologici a disposizione, nella fattispecie Skype. Qual è stato il risultato? “Per fortuna il risultato più inaspettato quanto di soddisfazione, ovvero un’estrema adattabilità delle persone al nuovo sistema. Quasi tutti infatti hanno dimostrato un’immediata volontà di cominciare o continuare l’orientamento con i nuovi mezzi. E per Ifoa è stato utilissimo non interrompere quel ponte di relazione che era stato costruito sino a quel momento. Siamo riusciti anche a dare un conforto alle persone in un momento in cui le aziende hanno fermato tutto e si è alzato il silenzio verso i candidati. Con alcuni abbiamo anche potuto svolgere qualche ora di assistenza per la ricerca attiva di lavoro (invio CV, ricerche su portali di annunci, ecc)” conclude Stefania.

Abbiamo voluto portare alla luce un altro dei servizi di Ifoa in questo modo, facendo parlare chi ogni giorno ci lavora e lavora a stretto contatto con le persone. Perché è ora più che mai il momento di non lasciarle andare quelle relazioni che si erano in qualche modo instaurate e basate sulla fiducia e sulla professionalità, per capire anche come sia possibile (e lo è, assolutamente) mantenere un aspetto umano laddove non sembri fattibile. La tecnologia non è che uno strumento, ma siamo noi che dobbiamo imparare a sfruttarla al meglio. Se una relazione è solida e se riusciamo a basarla sulla fiducia reciproca, sulla competenza e la professionalità, sulla dedizione al lavoro e agli altri, anche un servizio così delicato può andare avanti con sistemi “alternativi”, senza chiaramente prescindere del tutto dalla ripresa del contatto umano, appena sarà nuovamente permesso.

Avanti quindi, l’Italia non si è fermata, Ifoa men che meno, come tante aziende e lavoratori che hanno più desiderio che mai di (ri)mettersi in gioco e (ri)guadagnare i loro spazi sul mercato.

Scopri il settore Job&Career di Ifoa

Leggi l’intervista a Stefania Pratissoli sul Bilancio delle Competenze

Notizie correlate

Smart Program

08 Aprile 2021

Ifoa presenta Smart Program, i nuovi corsi che ti fanno vivere la formazione online: rapida, accessibile ovunque… senza confini!

Nasce la nuova offerta formativa di Ifoa interattiva, veloce e smart. Il Sapere Utile a portata di click. Nel corso dell’ultimo anno, Ifoa non si è fermata. La pandemia di Covid-19 ha posto nuove sfide…

Leggi l'articolo
CCNL settore metalmeccanico

08 Aprile 2021

Rinnovato il CCNL del settore Metalmeccanico: la scadenza degli obblighi per la Formazione 2016-2019 dei dipendenti in azienda è prorogata al 31 dicembre 2021

È stato confermato l’obbligo delle aziende del settore metalmeccanico di erogare un minimo di 24 ore di formazione ai propri dipendenti a tempo determinato e indeterminato. Ifoa offre una serie di corsi brevi utili per…

Leggi l'articolo
settore agroalimentare

07 Aprile 2021

Si è concluso con successo il programma QUID FOOD – Qualificazione, Internazionalizzazione e Digitalizzazione delle Imprese del settore Agroalimentare

Il Piano formativo QUID FOOD ha portato a termine i corsi volti ad accompagnare le imprese del settore agroalimentare nell’industria 4.0. La pandemia non ha fermato le attività, ma anzi, ha permesso di dare prova…

Leggi l'articolo
mobilità professionale

07 Aprile 2021

Targeted Mobility Scheme: il 15 aprile 2021 si svolgerà il FINOSE Day, l’evento di reclutamento per trovare lavoro nei Paesi scandinavi

EURES promuove la mobilità professionale in Europa con gli European Job Days: Ifoa, partner italiano del progetto Targeted Mobility Scheme, favorisce l’incontro tra domanda e offerta di lavoro curando il rapporto con gli Enti Europei.…

Leggi l'articolo