Sintesi e risultati del corso ADDETTO ALLA PRODUZIONE DI BIRRA ARTIGIANALE

L’ADDETTO ALLA PRODUZIONE DI BIRRA ARTIGIANALE, corso del progetto formativo del Progetto AGRI.LAB – Laboratorio di innovazione per l’agribusiness toscano. Azione 1 – Formazione per l’inserimento lavorativo, si è concluso il 19 dicembre  2018.

Im_risultati

Approvato dalla Regione Toscana con decreto n. 7981 del 29/07/2016 – Graduatoria approvata con decreto n. 9150 del 31/05/2017 Progetto finanziato con le risorse del Fondo Sociale Europeo . Il percorso formativo “ADDETTO ALLA PRODUZIONE DI BIRRA ARTIGIANALE ” CP. 172908, MATR. 2018AF0467, è finanziato dalla Regione Toscana.

Il percorso si inserisce nel progetto AGRI.LAB., il cui obiettivo, nel suo complesso, è quello di favorire la competitività e l’innovazione del sistema agroalimentare toscano attraverso la crescita delle competenze sia degli imprenditori e delle professionalità già operanti nella filiera sia favorendo l’inserimento lavorativo di nuove professionalità, mettendo in atto azioni formative volte a fornire conoscenze e competenze specialistiche, che rispondano ai fabbisogni formativi e professionali dei partecipanti e alle esigenze delle aziende e del mercato del lavoro. In tal senso, cerca di recepire i fabbisogni formativi e di innovazione espressi dal tessuto imprenditoriale locale, grazie alla collaborazione delle aziende che hanno aderito al progetto, dei partner e dei sostenitori del progetto.

Nello specifico, il progetto è composto da 4 macroazioni:

  • L’AZIONE 1 è rivolta a disoccupati ed è composta da 6 percorsi (2 di qualifica e 4 di certificazione delle competenze) finalizzati a formare figure nei settori principali dell’agroalimentare toscano.
    Addetto alla lavorazione e confezionamento di salumi e prodotti caseari – (Certificazione di competenze) Tecnico del controllo della qualità alimentare – (Qualifica professionale) Tecnico delle attività di conduzione del vigneto e di gestione della cantina – (Qualifica professionale) Commerciale Estero per i prodotti agroalimentari – (Certificazione di competenze) Tecnico di frantoio – (Certificazione di competenze) Addetto alla Produzione della birra – (Certificazione di competenze)
  • Le AZIONI 2 e 3 sono finalizzate alla CREAZIONE DI IMPRESA O DI LAVORO AUTONOMO, sempre in ambito agroalimentare
  • L’AZIONE 4 coinvolge lavoratori e imprenditori di aziende agroalimentari toscane in percorsi di aggiornamento su varie tematiche, dalle certificazioni di prodotto, alla qualità, all’internazionalizzazione.

OBIETTIVI del percorso formativo ADDETTO ALLA PRODUZIONE DI BIRRA ARTIGIANALE
Il percorso formativo, della durata di 300 ore, era finalizzato all’ottenimento della Certificazione di competenze per le UC Produzione aziendale: dalla trasformazione alla vendita dei prodotti (UC 1802), Conduzione delle macchine di confezionamento (UC 879) e Svolgere i controlli in processo (UC 881).
La figura di ADDETTO ALLA PRODUZIONE DI BIRRA ARTIGIANALE in uscita dal percorso è in grado di:
– condurre impianti e macchinari, anche industriali, per la produzione della birra,
– seguire il processo di fermentazione dei cereali, della preparazione dei mosti, della maturazione, della conservazione e del confezionamento delle birre.
– di seguire il processo di pulizia degli ambienti di lavoro e di smaltimento degli scarti di lavorazione.
Il corso aveva l’obiettivo di formare una figura professionale che potesse operare nelle varie fasi del processo di produzione della birra artigianale. Dopo un’ampia e approfondita panoramica del mondo della birra, i partecipanti, attraverso lezioni teoriche e pratiche, sono stati formati sui principali processi e sulle tecnologie che, dalle materie prime, portano al prodotto finito. Hanno appreso la normativa di base a cui fa riferimento il settore, le principali tecniche di conservazione del prodotto e hanno imparato a gestire anche il processo di commercializzazione.

L’addetto alla produzione della birra lavora prevalentemente presso aziende agro-alimentari specializzate nella produzione di bevande derivanti dalla lavorazione dei cereali.
Può trovare collocazione presso stabilimenti di tipo industriale, in cui si relaziona con responsabili e operatori, ma soprattutto presso piccole realtà artigianali, all’interno delle quali lavora direttamente con il titolare; può trovare occupazione come lavoratore dipendente ma spesso assume il ruolo di libero professionista, in virtù di un tessuto produttivo (come quello a cui fa riferimento il presente progetto formativo) caratterizzato da piccole realtà (micro birrifici) che non possono inserire in organico un esperto per ogni ambito specifico

Il percorso si poneva come obiettivo finale l’inserimento lavorativo degli allievi formati.

DESTINATARI
10 partecipanti, maggiorenni, disoccupati, inoccupati, inattivi, che abbiano adempiuto al diritto – dovere di istruzione e formazione o ne siano stati prosciolti.

PERIODO DI SVOLGIMENTO
Avvio: 29/06/2018
Termine: 19/12/2018

STRUTTURA DEL PROGETTO
Il progetto realizzato era strutturato in 11 Unità Formative (compresa quella di stage):

METODOLOGIE
La metodologia didattica anche in aula ha avuto un approccio “on the job” ossia mirata al “Saper fare” e ha previsto una continua alternanza tra lezioni frontali teoriche ed esercitazioni pratiche, la costante attività di laboratorio, la puntuale analisi di casi aziendali e i lavori in team.
Al termine di ciascuna attività sono state svolte una o più prove di verifica.

STAGE
Lo stage è stato organizzato come Progetto di esperienza individuale in situazione lavorativa. Le aziende ospitanti hanno preso visione del Profilo professionale di riferimento. Lo stage è stato di tipo applicativo (attività pratica non produttiva in affiancamento). I contenuti dello stage sono stati declinati nel dettaglio in fase di progettazione e concordati con l’azienda ospitante, in modo da massimizzare la rispondenza delle attività realizzate con i contenuti di aula e gli obiettivi didattici in termini di performance. I contenuti del piano formativo di stage hanno arricchito gli obiettivi di apprendimento declinati in base agli standard professionali minimi contenuti nella Figura professionale. Il programma dello stage, concordato con l’azienda ospitante, è stato documento integrante della Convenzione di stage.

RISULTATI RAGGIUNTI
Allievi a inizio corso: 10
Allievi a fine corso: 7
Allievi qualificati: 6

VALUTAZIONI
Gli allievi sono stati ammessi all’esame di Certificazione delle competenze finale con le seguenti valutazioni:

  • Valutazione andamento del percorso: media 98/100 con voti da 89/100 a 100/100
  • Valutazione degli apprendimenti a fine UF: media 95/100 con voti da 91/100 a 98/100
  • Valutazione UF Stage: media 94/100 con voti da 90/100 a 100/100

VOTAZIONI
Gli allievi hanno ottenuto la Certificazione di competenze finale con le seguenti votazioni:
valutazione Media di 85/100 con voti da 78/100 a 95/100.

ATTESTATI ACQUISITI

  • Certificazione di competenze (livello 3 EQF): a seguito del superamento dell’esame sulle Unità di Competenza per le UC Produzione aziendale: dalla trasformazione alla vendita dei prodotti (UC 1802), Conduzione delle macchine di confezionamento (UC 879) e Svolgere i controlli in processo (UC 881), del repertorio regionale Toscano delle figure professionali.

PLACEMENT
L’agenzia ha 180 giorni di tempo dalla fine del percorso per collocare i partecipanti con contratto a tempo indeterminato, determinato di almeno 6 mesi, apprendistato.

ATS CON CAPOFILA IFOA – ISTITUTO FORMAZIONE OPERATORI AZIENDALI E PARTNER

  • CONSORZIO PECORINO TOSCANO DOP
  • AZIENDA AGRICOLA LA CAPANNACCIA
  • CO.SE.FI. – Consorzio Servizi Formativi alle Imprese
  • ASSOSERVIZI
  • ISTITUTO AGRARIO DI FIRENZE
  • ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “B. RICASOLI”
  • PIN scrl – Servizi Didattici e Scientifici per l’Università di Firenze