Decathlon si racconta: “La formazione fa parte del nostro DNA insieme alla passione per lo sport”

In collaborazione con Ifoa, Decathlon investe sulla formazione per tutti i suoi apprendisti: un valore che va condiviso con uguali opportunità, da nord a sud. Percorsi di formazione uniformi a livello nazionale, ma personalizzati sulla realtà aziendale e innovativi.

decathlon

Nel 2020 Decathlon ha deciso di affidarsi a Ifoa per creare un ambizioso progetto formativo per i propri apprendisti, la cui realizzazione è stata possibile in primis grazie ai finanziamenti disponibili tramite i fondi interprofessionali a cui l’azienda stessa aderisce. Obiettivo dell’articolato piano formativo è quello di erogare ore di formazione a tutta la rete di giovani collaboratori assunti in apprendistato in vari store da nord a sud Italia. Focus dell’attività formativa è lo sviluppo delle competenze trasversali.

Ci piace l’idea di raccontare questo progetto direttamente attraverso la voce di chi, in azienda, l’ha fortemente voluto ed è riuscito a concretizzarlo, Francesca Burico e Patrizia Brognoli, rispettivamente Country Personnel Administration Specialist e Diversity and Inclusion Manager di Decathlon Italia.

Il progetto ideato da Ifoa per Decathlon ha le sue basi in una già consolidata fiducia reciproca grazie alla quale è stato possibile progettare modelli formativi ad hoc per la realtà del brand, garantendo l’erogazione di una formazione di qualità, estesa a tutti, quindi il più inclusiva possibile e in grado di trasmettere a centinaia di dipendenti una vision aziendale condivisa.

Dottoressa Burico e Dottoressa Brognoli potete spiegarci brevemente il vostro ruolo all’interno di Decathlon e descriverci in poche parole i punti di forza e caratteri distintivi di questa azienda, ovviamente dalla prospettiva delle risorse umane?

Francesca Burico: il mio ruolo è Country Personnel Administration Specialist e, come si intuisce dalle parole stesse, mi occupo di Amministrazione del Personale a livello nazionale, ma fortunatamente in azienda ci consideriamo tutti facente parte delle Risorse Umane e quindi con la possibilità di seguire più progetti trasversali. N’è un esempio la formazione finanziata, ambito prevalente delle soft skill e non delle hard, di cui faccio parte.

Patrizia Brognoli: il mio ruolo attuale, recentissimo, è quello di Diversity and Inclusion Manager che si affianca a quello di International Mobility Manager. Come anticipato da Francesca, in Decathlon abbiamo la grande opportunità di affiancare al nostro lavoro “istituzionale” attività trasversali che, nel mio caso, hanno permesso di ampliare le mie competenze ed il mio ingaggio nell’inclusione sociale.

Cosa significa per Decathlon formazione? Qual è la differenza (non tanto economico-finanziaria, quanto a livello di qualità del servizio) tra formazione finanziata e a mercato?

La risposta alla prima domanda è “TUTTO”: in Decathlon la formazione ha un valore prezioso e inestimabile, fa parte del nostro DNA insieme alla passione per lo sport.

Riteniamo che ogni collaboratore ed ogni collaboratrice con competenze strutturate possa esprimere al meglio la propria passione grazie a competenze specifiche, necessarie per riuscire nel proprio mestiere ed accompagnare i nostri clienti.

Per rispondere invece alla seconda domanda non c’è nessuna differenza, in quanto la formazione finanziata è un’opportunità che abbiamo deciso di cogliere in maniera più importante solo negli ultimi due anni, ma non è “esclusiva”.

Come riesce una grande azienda ad assicurare omogeneità di competenze, in particolar modo quelle trasversali (sicuramente più difficili da acquisire) in un dipendente di Milano rispetto a uno di Cagliari e che il cliente possa trovare in entrambi un comune approccio professionale?

La nostra volontà è di condividere uguali opportunità con tutti i nostri collaboratori e collaboratrici, senza distinzioni. Quando il partner è locale e ci affianca in questo percorso, non sempre è facile garantire standard equi e continui aggiornamenti. Per questo motivo abbiamo scelto Ifoa per collaborare a livello nazionale: per uniformare i percorsi formativi, declinandoli e personalizzandoli sulla nostra realtà e garantendo modalità uniformi e contenuti innovativi.

Il progetto che abbiamo lanciato quest’anno amplifica e sottolinea questo aspetto.

Siamo un’unica azienda da nord a sud, ma soprattutto abbiamo un unico senso che ci accomuna e ci rende fieri a qualunque livello, rendere accessibili il piacere e i benefici dello sport al maggior numero di persone in maniera sostenibile.

È quindi possibile progettare in maniera efficiente piani formativi per centinaia di dipendenti, garantendo anche qualità nella fruizione dei contenuti e acquisizione delle competenze?

È quello che ci impegniamo a fare ogni giorno anche grazie all’aiuto di Ifoa: è complicato ma il risultato è, a nostro avviso, ottimo.

Qual è il feedback dei vostri dipendenti? Come lo misurate?

Ogni corso ha un questionario di gradimento che ci consente di misurare la qualità delle formazioni e quanto rispondano alle attese.

Aggiungo che all’interno di ogni sito i nostri collaboratori possono in ogni momento far risalire alle figure competenti, difficoltà o criticità.

Relativamente all’esperienza con Ifoa sulla formazione in ambito apprendistato, c’è qualche aspetto in particolare che vorreste sottolineare? Le aspettative che avevate sono state soddisfatte?

Sicuramente da sottolineare il grande impegno da parte di Ifoa nell’organizzazione, nella tempestiva risposta di fronte ad ogni tipo di emergenza, e per finire, ma non meno importante alla professionalità con cui sono state gestite tutte le fasi della realizzazione di questo progetto.

Collaborazione che ci auguriamo perduri nel tempo.

22 Giugno 2021

Il progetto ILE forma gli allievi degli ITS Fitstic e Tech&Food all’interculturalità: un set di competenze di valore da portare all’interno delle aziende

A seguito del meeting avvenuto a Dinan (Francia) tra i formatori del progetto ILE il 24-28 maggio, Ifoa mette alla prova le proposte realizzate insieme ai partner per formare all’interculturalità i professionisti del futuro durante…

Leggi l'articolo
giovani imprenditori

28 Maggio 2021

Riparte il programma EYE: Erasmus per giovani imprenditori

Se vuoi avviare o migliorare la tua impresa costruita da poco, o sei un imprenditore e vorresti dare nuovo slancio alla tua attività, non perdere l’occasione di partecipare al programma "Erasmus per giovani imprenditori". Il…

Leggi l'articolo
Campus Digitale

27 Maggio 2021

Va online Campus Digitale! Il nuovo progetto che raccoglie tutta l’offerta formativa di Ifoa destinata allo sviluppo di figure professionali ICT giovani e dinamiche

Il Sapere Utile si tinge di nuovi colori: va online il nuovo portale che offre ai giovani un ambiente smart e dinamico, dove coltivare la propria passione per il digitale, con la garanzia della qualità…

Leggi l'articolo
Intercultural learning for etrepreneur

18 Maggio 2021

Ifoa partecipa all’Intercultural Snack online: l’evento organizzato nell’ambito del progetto Interculturality Learning for Entrepreneur per celebrare la Giornata dell’Europa

Interculturality Learning for Entrepreneur (ILE) promuove lo sviluppo di competenze interculturali per un’imprenditorialità più resiliente e adattabile al cambiamento. In occasione della Giornata dell’Europa, lunedì 10 maggio Ifoa ha partecipato all’evento online dell’Intercultural Snack, un…

Leggi l'articolo