PratiCARE la sicurezza: vuoi meno infortuni in azienda? Valuta e gestisci lo stress lavoro-correlato

stress-lavoro-correlato

Per le aziende moderne valutare il rischio da stress lavoro-correlato non è solo un adempimento burocratico. Questo onere si può rivelare uno strumento di raccolta dati utili a ridurre effetti negativi come l’assenteismo e i tassi di incidenti/infortuni.

Cominciamo col ripassare il concetto di stress lavoro-correlato (o stress di origine lavorativa). Secondo l’Accordo Europeo sullo stress lavoro correlato del 2004, lo stress è “una condizione che può essere accompagnata da disturbi o disfunzioni di natura fisica, psicologica o sociale ed è conseguenza del fatto che taluni individui non si sentono in grado di corrispondere alle richieste o alle aspettative riposte in loro. Lo stress lavoro-correlato pertanto può interessare potenzialmente ogni luogo di lavoro e ogni lavoratore in quanto causato da aspetti diversi strettamente connessi con l’organizzazione e l’ambiente di lavoro” (fonte www.inail.it).

Vi sembra strano che lo stress sia la concausa di molti infortuni?
Eppure basta fermarsi a riflettere un attimo, per rendersi conto che ogni volta in cui siamo stressati tendiamo a commettere più errori, siamo meno in grado di percepire correttamente la realtà e non prestiamo la dovuta attenzione a ciò che accade intorno a noi. Alcuni esempi di condizioni di lavoro che comportano un rischio da stress lavorativo sono:

  • richieste contrastanti
  • mancanza di chiarezza sui ruoli
  • scarso coinvolgimento di lavoratrici e lavoratori nei processi decisionali che le/li riguardano
  • gestione inadeguata dei cambiamenti organizzativi
  • precarietà del lavoro
  • comunicazione inefficace
  • molestie e violenza.

Lo stress lavoro-correlato può portare ad una vera e propria malattia, che prende il nome di sindrome del BurnOut.  Il burnout è generalmente definito come una sindrome di esaurimento emotivo, di depersonalizzazione e derealizzazione personale, che può manifestarsi in tutte quelle professioni con implicazioni relazionali molto accentuate. Il termine, apparso per la prima volta negli Stati Uniti negli anni ’30, nel mondo dello sport, è stato poi ripreso da una psichiatra americana negli anni ’70, C. Maslach, la quale ha utilizzato questo termine per definire una sindrome i cui sintomi evidenziano una patologia comportamentale a carico di tutte le professioni ad elevata implicazione relazionale. Oggi la sindrome del BurnOut è sempre di più collegata (e allargata) alle professioni dei paesi occidentali a tecnologia avanzata.

Non è quindi difficile comprendere che dovrebbe essere primario interesse di ogni azienda favorire un buon livello di benessere organizzativo al proprio interno.

Ci piace riportare l’esperienza di un’azienda, la MOSS srl, che ha ricevuto una menzione speciale nel Premio Nazionale Imprese per la Sicurezza (Confindustria e INAIL, 2014), tramite la testimonianza del suo titolare Andrea Fantozzi. Fantozzi ci spiega le ragioni per cui ha scelto di non fermarsi ad una semplice valutazione preliminare del rischio da stress lavoro-correlato, ma ha voluto realizzare un’indagine più approfondita: “Capire i fattori di rischio ci consente di programmare idonee azioni di miglioramento. Questo per noi è un valore, perché in un ambiente di lavoro sicuro e salutare è molto più semplice lavorare bene e trovare tutti quanti maggiore soddisfazione”.

Non un semplice obbligo di legge, quindi, un investimento mirato a obiettivi di efficienza per il benessere dei lavoratori, efficacia e qualità delle prestazioni lavorative, al fine di ridurre i costi aziendali.

di Federico Ricci
Psicologo del lavoro e della comunicazione UNIMORE
docente IFOA

Vuoi approfondire il tema del benessere in azienda? Scegli tra le nostre proposte di corsi sulla sicurezza o prendi in considerazione il laboratorio IFOA di PratiCARE la sicurezza per capire, attraverso il linguaggio teatrale, a cosa può portare lo stress sul lavoro e cercare soluzioni per controllarlo!

 

Notizie correlate

22 Ottobre 2020

Come sviluppare il business sui mercati esteri

Obiettivi Il corso "Come sviluppare il business sui mercati esteri" della durata di 24 ore realizzato da IFOA per imprese della provincia di Messina e finanziato dalla locale CCIAA, ha l’obiettivo di aiutare le aziende…

Leggi l'articolo
Richmond Human Resources

21 Ottobre 2020

Dal 25 al 27 ottobre torna l’ormai consueto appuntamento con Richmond Human Resources Forum, quest’anno con nuove modalità

Ifoa anche per questa edizione 2020 sarà tra gli ospiti del Richmond Human Resources Forum, un'occasione esclusiva d'incontro tra diverse aziende, per rimanere sempre aggiornati sulle proposte presenti nel settore dell'HR. Le risorse umane sono, oggi…

Leggi l'articolo
sicurezza lavoro

19 Ottobre 2020

Alleggeriamo il carico! Il contributo di una buona formazione

Il motto della Settimana europea della sicurezza sul lavoro 2020 recita “Healthy Workplaces Lighten the Load” ovvero “Luoghi di lavoro sicuri alleggeriscono il carico”. Ripartiamo da qui: alleggerire il carico. Secondo l’Indagine Europea del 2019…

Leggi l'articolo

15 Ottobre 2020

Mid season sales! Il Sapere Utile di Ifoa a prezzi scontati

Su una selezione di sette corsi brevi in modalità webinar, Ifoa ha scelto di applicare un prezzo particolarmente scontato per l’edizione autunnale 2020. Per il mese di ottobre 2020 Ifoa ha deciso di applicare uno…

Leggi l'articolo