fbpx

Lavorare nel Metaverso: quali sono le professioni più richieste ai tempi del web3?

metaverso

Il futuro del settore digitale è nel Metaverso, ma in pochi conoscono le reali opportunità che questo ambiente offrirà in ambito lavorativo.

Da quando il fondatore di Facebook Zuckerberg ha annunciato, nel 2021, che avrebbe rinominato la propria holding in Meta e investito diversi milioni di dollari in tecnologie metaverse, nel mondo è sorta la curiosità e l’interesse di capire più precisamente di cosa si stesse parlando e quali impatti il metaverso potrebbe avere sulle nostre vite.

Proviamo a immaginare un mondo in cui sia possibile chiacchierare comodamente seduti in un bar con gli amici, per poi teletrasportarsi in un momento dalle splendide spiagge delle Bahamas al proprio ufficio del centro, seguire un importante congresso di lavoro e uscire un momento per visitate le bellezze custodite al Louvre, il tutto senza realmente muovere un solo passo fuori dalla porta di casa.

Se fino a pochi anni fa tutto questo poteva esistere solo nei film di fantascienza, oggi risulta essere un semplice esempio di quello possiamo aspettarci nel prossimo futuro dal web 3.0 (o web3): l’Internet del domani. Per capire meglio le potenzialità di questo strumento, occorre interrogarsi su cosa sia realmente il metaverso.

Con questo termine, coniato dallo scrittore di fantascienza cyberpunk Neal Stephenson, si intende “una versione immersiva di internet, in cui invece di guardare qualcosa attraverso lo schermo saremo lì dentro, come se lo stessimo vivendo di persona” – Zuckerberg-. È proprio in questo mondo virtuale che l’inventore del più popolare social network del mondo, sta puntando per il suo progetto che si fonda sull’obiettivo di non rendere più internet e i social qualcosa che le persone osservano attraverso pc o smartphone. L’obiettivo di Zuckemberg sarebbe infatti quello di trasformarli in un vero e proprio ambiente da vivere, immergendocisi dentro grazie all’ausilio di strumenti come i visori in realtà virtuale. Nella visione del fondatore di Meta quindi, si potrà passare del tempo nella propria “casa virtuale” con amici fisicamente situati molto lontani da noi o lavorare da remoto, ma come se si fosse in presenza, nel proprio ufficio digitale circondati da colleghi simultaneamente connessi, ai propri avatar. All’ufficio e alla casa virtuale si aggiungono poi, le esperienze che è possibile fare nel Metaverso, come fare shopping, giocare a calcio o partecipare a concerti.

Se consideriamo che oltre la metà della popolazione mondiale utilizza tutti i giorni i social network, possiamo facilmente intuire come questo cambiamento possa avere un ampio impatto sulle nostre vite, sul nostro modo di lavorare, viaggiare e relazionarci.

C’è chi però pensa che il futuro dei social non sarà vivere in una realtà parallela, ma vivere la nostra realtà in modo potenziato, o ancora chi si pone diversi problemi etici e morali che l’immersione in una realtà virtuale potrebbe comportare, ma una cosa è certa: siamo alle porte di un cambiamento epocale dal quale sarà difficile rimanere esclusi.

Nonostante sia difficile prevedere a quali e quanti cambiamenti andremo incontro, visto l’ampio spazio di manovra e di crescita del metaverso, già in parte possiamo cominciare a vedere e intuire quali sono e saranno i cambiamenti nel mercato del lavoro, e quali le professioni che presto saranno richieste dalle aziende che vogliono rimanere al passo con i tempi.

Secondo quanto riportato da Giancarlo Valente, CTO di aulab in un’intervista a Vanity Fair sono cinque le posizioni lavorative innovative su cui converrebbe puntare:

  • Web 3 Developer: è una delle figure che più trovano opportunità di lavorare nel Metaverso. Per capire quale sia il ruolo di questa figura è essenziale sapere cosa sia il Web3. Con questa definizione si fa comunemente riferimento alla terza generazione del Web, altamente decentralizzato e completamente basato sulla blockchain. Compreso questo, è intuibile come il Web3 Developer sia in pratica uno sviluppatore con conoscenze basilari nell’ambito dello sviluppo Web, che sappia i linguaggi di programmazione più richiesti del 2022 e che abbia anche specifiche specializzazioni relative ad argomenti legati alla blockchain e ai suoi standard.
  • Crypto artist: sebbene non ci sia una definizione univoca del termine si parla di artisti crittografici, per quelle figure che pubblicano su una blockchain token non fungibili (NFT).
  • Content creator: la propulsione delle imprese a buttarsi nel web3 è destinata ad aumentare esponenzialmente e questo tipo di esperti saranno sempre più richiesti. Saranno loro a fornire al datore di lavoro o al cliente l’impronta creativa e originale di cui c’è bisogno per posizionarsi sul mercato.
  • Innovation manager: amministrando le attività aziendale nel settore del Metaverso, questo profilo professionale è in grado di creare valore e opportunità per l’ente per cui lavora.
  • Esperto di cybersecurity: non è difficile credere che il Metaverso possa essere il target perfetto di hacker: se pensiamo, infatti, ai rischi cui ci si espone navigando sul web, dobbiamo prestare molta attenzione a quanto avviene in una realtà completamente virtuale. Questo è il motivo per cui saranno di certo richiestissimi gli Esperti di sicurezza informatica, persone in grado di bloccare attacchi informatici in tempo reale, assicurando che leggi e protocolli vengano rispettati, aggiornati ed eventualmente ripensati per tutelare il più possibile il Metaverso.

A queste si aggiungono Analisti e specialisti in IA e Machine Learning, Specialisti dei Big Data, Consulenti di digital marketing, Programmatori. Tutte professioni a vocazione fortemente digitale e legate al mondo dell’ICT.

Proprio per questo motivo Ifoa, che da oltre 50 anni guarda con slancio al futuro, ha creato il portale Campus Digitale, un luogo dove giovani che desiderano costruirsi una carriera in questo settore possono condividere e sviluppare la loro passione per il mondo 4.0.

Campus Digitale nasce per raccogliere al suo interno un’offerta formativa che guarda al domani, costruita sull’esperienza e la professionalità di formatori che operano come professionisti in vari settori del digitale: dalla Cyber Security alla Grafica, dalla programmazione alla gestione di piattaforme E-Commerce.

È possibile trovare su questo portale una formazione specializzata e orientata all’inserimento nel mondo del lavoro. L’idea di base infatti è proprio quella di curare e concretizzare l’incontro tra la domanda di competenze ICT specializzate da parte delle aziende e l’offerta di figure appositamente formate in ambito informatico. Come già avviene per i corsi Ifoa, l’esperienza diretta offre un valore aggiunto alla formazione e al confronto con i partecipanti ai corsi, garantendo non solo un programma aggiornato sulle innovazioni più recenti del proprio ambito di competenza, ma un insegnamento diretto al “saper fare”.

Notizie correlate

31 Maggio 2024

Nuovo Summer Camp “INVENTORIENTA – Interpretare e creare fonti digitali” per studentesse e studenti degli istituti di Modena e provincia

UNIMORE e IFOA collaborano alla realizzazione di un camp estivo per aumentare la conoscenza e sostenere lo sviluppo e l’innovazione delle Industrie Culturali e Creative. La Regione Emilia-Romagna con Delibera di Giunta Regionale 641/2024 del…

Leggi l'articolo

29 Maggio 2024

Il futuro delle competenze è ibrido

Secondo lo studio Il Futuro delle Competenze - Il Lavoro in Italia nel 2030, svolto da EY, ManpowerGroup e Pearson nel 2021, la tendenza occupazionale futura di una professione va analizzata in relazione alle competenze…

Leggi l'articolo

09 Maggio 2024

Al via Build Your Digital Future, il progetto di Ifoa e J.P. Morgan per formare giovani professionisti nel mondo IT

Il programma, rivolto a giovani under 35 residenti o domiciliati in Lombardia, vedrà il lancio ufficiale mercoledì 22 maggio con il Tech Talk gratuito “AI & Data Innovation”. L’iniziativa Build Your Digital Future di Ifoa,…

Leggi l'articolo
corso Marketing Technologist

12 Aprile 2024

Graduatoria del corso Tecnico Analista Programmatore Full Stack

Si pubblica la graduatoria del corso finanziato "Tecnico Analista Programmatore Full Stack" di Bologna Pubblicata la graduatoria del corso “Tecnico Analista Programmatore Full Stack” (Operazione Rif. PA 2023-20357/RER approvata con Deliberazione di Giunta Regionale n.…

Leggi l'articolo