Operatore socio-sanitario (O.S.S.) – 3897 – Latiano – Scuola Rousseau

Obiettivi:

L’O.S.S., è una figura professionale che svolge la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, in servizi di tipo socio - assistenziale e socio sanitario, residenziali o semiresidenziali, in ambiente ospedaliero e al domicilio dell’utente, in collaborazione con gli altri operatori professionali preposti all’assistenza sanitaria e a quella sociale, secondo il criterio del lavoro multiprofessionale.

Il corso si pone i seguenti obiettivi:

  • formare una figura professionale qualificata che opera nei servizi sociosanitari e socioassistenziali in grado di rispondere in modo più adeguato all’evoluzione dei servizi alla persona, intesa nella globalità dei suoi bisogni;
  • offrire ai destinatari l’opportunità di un contatto diretto con la realtà lavorativa e accrescerne l’occupabilità, sia attraverso l’esperienza diretta messa a disposizione da docenti esperti che operano nelle diverse realtà sociosanitarie, sia attraverso il tirocinio formativo nelle numerose strutture che hanno manifestato l’interesse e la disponibilità alla realizzazione del progetto ed in particolare del tirocinio;
  • sviluppare una moderna “cultura professionale” che tenga conto delle problematiche occupazionali e produttive ma anche delle life skills che consentono una maggiore tenuta nel mondo del lavoro; Implementare conoscenze e competenze per vivere e lavorare nella società dei saperi e migliorare il livello e la qualità dell’occupazione.
TIPOLOGIA CORSO:
Con stage, Senza Diploma, Finanziato
AREA TEMATICA:
ECM - Educazione Continua in Medicina
DURATA:
1000 ore
FORMULA:
Full-time
MODALITÀ EROGAZIONE:
Aula + Azienda
CONDIVIDI

Destinatari

Il corso si rivolge a tutti coloro che sono interessati alla persona ed al suo ambiente di vita e se motivati ad operare nel settore sociale e socio-sanitario, svolgendo le attività di:

  • assistenza diretta ed aiuto domestico alberghiero;
  • intervento igienico sanitario e di carattere sociale;
  • supporto gestionale, organizzativo e formativo.

N.B. Secondo quanto previsto dalla Nota della Regione Puglia Prot. AOO_137/0005837 del 25/02/2019, sarà considerata la riserva del 15% (Convenzione Operativa del 02/07/2014) in favore dei militari congedati che risultino disporre dei requisiti di ingresso e che risultino idonei a seguito delle selezioni.

Competenze in uscita

Il progetto, contribuisce ad offrire una formazione specifica di carattere teorico e tecnico-pratico per un profilo assistenziale polivalente, in grado di intervenire nelle situazioni caratterizzate dalla mancanza di autonomia psicofisica dell’assistito, con un approccio che privilegia l’attenzione alla persona, alle sue esigenze e alle potenzialità residue. L’intervento formativo privilegia come impostazione metodologica l’apprendimento attraverso lo svolgimento di compiti reali e tutta l’attività formativa si basa soprattutto su metodi pratici, quali lezione interattiva, discussioni/confronti, simulazioni, role-playing, studio di casi, brainstorming, lavori di gruppo.

Contenuti del corso

  • Fonti del diritto e Soggetti del diritto
  • Origini e sviluppo della legislazione sociale
  • Eventi protetti: disoccupazione, carico di famiglia, malattia, maternità, invalidità, vecchiaia
  • Il Decreto legislativo n°502/1992 e successive modifiche ed integrazioni
  • L’organizzazione della sicurezza sociale
  • Enti Pubblici: INPS, INPDAP, INAIL
  • Le IPAB

Elementi di legislazione sanitaria:

  • La legislazione sanitaria: aspetti storici ed evolutivi;
  • La riforma ospedaliera, le autonomie locali, l’organizzazione mutualistica;
  • La legge 833 del 1978 di “Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale”;
  • Legge quadro n. 328/2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”;
  • D.P.C.M. 5 marzo 2007;
  • Legge 2010 n. 38 “Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alle terapie del dolore;
  • Le competenze Regionali;
  • Le aziende ASL e ospedaliere, gli organi delle Aziende
  • Legge Balduzzi del 2012

Normativa specifica O.S.S. ed altri profili:

  • I profili sanitari e le professioni che operano nei servizi sociali;
  • Aspetti giuridici delle professioni sanitarie e sociali;
  • Figure professionali: livelli di direzione e coordinamento;
  • Il profilo dell’Operatore Socio Sanitario: ruolo e funzioni, analisi delle competenze a partire dalla normativa specifica;
  • La responsabilità: professionale, penale, civile, disciplinare;
  • Legge sulla privacy e le ripercussioni sull’assistenza;
  • I principali reati a carico del personale; l’esercizio abusivo delle professione;
  • Il segreto professionale ed il segreto d’ufficio.

Organizzazione dei servizi:

  • I servizi sanitari e socio-assistenziali sul territorio;
  • La pianificazione del lavoro sanitario;
  • Il lavoro dei servizi sociali: la presa in carico dell’utente ed il piano personalizzato;
  • Il lavoro in équipe multidisciplinare
  • I Fondamenti e i principi dell’etica
  • Il profilo dell’Operatore Socio Sanitario: ruolo e funzioni, analisi delle competenze; la responsabilità: professionale;
  • La deontologia e i Codici Deontologici;
  • La Bioetica Natura e il ruolo dei comitati etici;
  • Diritti dell’uomo e del malato.
  • Il lavoro nella pubblica amministrazione;
  • Il rapporto di lavoro nel privato;
  • Elementi caratterizzanti il rapporto di lavoro;
  • I Contratti Collettivi di Lavoro;
  • L’inquadramento del personale;
  • La flessibilità nel rapporto di lavoro;
  • Diritti e doveri sul rapporto di lavoro;
  • La tutela preventiva;
  • Il lavoro dei minori;
  • La tutela della donna e la normativa sul lavoro femminile;
  • Il lavoro notturno e i lavori usuranti;
  • Il sindacato;
  • Cenni sulla riforma Fornero (legge 93/2012);
  • Riforma Poletti (legge 78/2014);
  • Jobs Act (legge delega 183/2014)
  • Decreti delegati (d.lgs. 22/2015; d.lgs. 23/2015; d.lgs. 80/2015; d.lgs. 81/2015).

Elementi di psicologia

  • Strumenti della comunicazione.
  • Relazione tra corpo e psiche.
  • Sviluppo affettivo, psicomotorio, psico-sociale.
  • Stress, burn out.
  • Conoscenza ed identificazioni delle relazioni.
  • Le componenti della relazione d’aiuto.
  • Le principali sindromi oggetto di studio della psicologia e della psichiatria: sindromi nevrotiche e sindromi psicotiche.

Elementi di sociologia

  • I processi sociali.
  • L’analisi del sistema.
  • La struttura dei gruppi sociali.
  • Il leader.
  • La famiglia.
  • L’adattamento e il disadattamento.  
  • La persona sotto l’aspetto bio-psico-sociale.
  • Concetti di salute, malattia, bisogno, problema, ambiente.
  • Approccio olistico.
  • L’utenza pediatrica.
  • Disabilità ed handicap.
  • Il disagio psichico.
  • L’anziano.
  • Aspetti ed interventi relazionali
  • L’assistenza relazionale agli utenti critici.
  • Elementi di igiene.
  • Igiene della persona.
  • Cura e pulizia del corpo.
  • Esame obiettivo e raccolta dati.
  • Caratteristiche degli agenti patogeni.
  • Vie di trasmissione.
  • Infezioni e sue manifestazioni.
  • La protezione da microrganismi.
  • Vaccinazioni.
  • Inquinamento da sostanze chimiche.
  • Inquinamento atmosferico.
  • Tossinfezioni ed infezioni veicolati dagli alimenti.
  • Modalità di trasmissione delle malattie infettive, vie di trasmissione, prevenzione e profilassi, denuncia ed isolamento.
  • Le infezioni ospedaliere e le misure di prevenzione.
  • La ricerca in epidemiologia.
  • Aspetti generali del D.Lgs. 626/94;
  • Igiene del lavoro;
  • I soggetti della prevenzione;
  • Il medico competente;
  • Il datore di lavoro, i dirigenti ed i preposti;
  • I rappresentanti della sicurezza.
  • Obblighi responsabilità e sanzioni.
  • I piani di emergenza.
  • Il soccorso antincendio.
  • L’evacuazione.
  • Rischio chimico e biologico.
  • L’educazione ai comportamenti preventivi.
  • Rischi connessi all’attività dell’O.S.S. rispetto alle più comuni infezioni per sé e per l’utente;
  • Le varie tipologie di lavaggio delle mani;
  • Le metodologie di pulizia, sanificazione e sanitizzazione ambientale;
  • Rifiuti sanitari: classificazione, stoccaggio e smaltimento dei rifiuti in ambiente comunitario e a domicilio;
  • La pulizia e la manutenzione di arredi e attrezzature;
  • La conservazione di arredi e attrezzature ed il riordino del materiale; 
  • Sicurezza degli operatori nella gestione dei rifiuti: dispositivi di protezione individuale, carrelli per la movimentazione dei rifiuti, locali di deposito e punti di raccolta;
  • Modulistica per la gestione dei rifiuti;
  • L’educazione ai comportamenti preventivi.

Aspetti psico-relazionali ed interventi assistenziali verso il bambino e l’adolescente:

  • Lo sviluppo psicologico dei bambini e degli adolescenti con particolare riferimento alle problematiche delle vittime di soprusi, di violenza o comunque di condizioni di disagio.
  • Influenza dell’ospedalizzazione.
  • L’assistenza ai bambini: puericultura e pediatria
  • Sviluppo psico-motorio del bambino.
  • L’allattamento e lo svezzamento.
  • Cura e igiene del neonato e del bambino.

Aspetti psico-relazionali ed interventi assistenziali verso l’anziano:

  • Il processo di invecchiamento.
  • Principali patologie e problemi dell’età avanzata.
  • Implicazioni assistenziali nella persona anziana.

Aspetti psico-relazionali e interventi assistenziali per problematiche psichiatriche e psicosociali

  • Ausili e tecniche di adattamento e indipendenza nelle attività di vita quotidiana e nel tempo libero.
  • La terapia occupazionale.
  • L’integrazione come trattamento sociale complesso.

Interventi assistenziali rivolti alla persona:

  • I livelli di capacità di azione, l’autosufficienza: cura di sé, l’autorealizzazione.
  • Lo sviluppo di sé, l’eterorealizzazione: la cura e lo sviluppo degli altri.
  • I livelli dell’intervento sociale.

Elementi di anatomia e fisiologia: cenni sui diversi apparati e sistemi:

  • L’Organo.
  • L’Apparato.
  • Il Sistema.
  • L’Apparato osteoarticolare.
  • L’Apparato muscolare.
  • L’Apparato respiratorio.
  • L’Apparato digerente.
  • Il Sistema nervoso.
  • Il sistema cardiocircolatorio.
  • Il sistema endocrino.

Interventi socio-sanitari e di primo soccorso rivolti alla persona:

  • Classificazione dei bisogni; segni e sintomi di alterazione delle attività di vita; mobilizzazione, igiene personale, alimentazione, eliminazione, riposo/sonno, respirazione, temperatura.
  • Concetto di urgenza, emergenza e gravità;
  • Osservazione e segnalazione dei principali segni e sintomi;
  • I trattamenti di primo soccorso: rilevazione parametri vitali, interventi per emorragie, ustioni, politraumi e fratture;
  • BLS.

Interventi socio-sanitari rivolti a infanzia ed adolescenza in ambiente ospedaliero e territoriale:

  • L’ambiente sanitario: il rispetto dei diritti dei bambini e degli adolescenti con particolare riferimento alle vittime di soprusi, di violenza o di condizioni di disagio.
  • L’assistenza neonatale.
  • Sanificazione e manutenzione della culletta e dell’incubatrice.
  • L’igiene dell’ambiente scolastico e dell’ambiente di gioco.
  • Socializzazione ed integrazione scolastica.
  • La socializzazione degli adolescenti con particolare riferimento alle problematiche delle vittime di soprusi, di violenza o di condizioni di disagio.
  • Adattamento degli ambienti per l’accoglienza degli adolescenti.

Interventi socio-sanitari per la persona anziana e terminale in ambiente ospedaliero e territoriale:

  • Modello organizzativo per la continuità dell’assistenza all’anziano.
  • La rete dei servizi
  • Prevenzione delle cadute, gestione dell’incontinenza e della stipsi,disturbi minzionali e rischi legati all’ambiente.
  • La valutazione multidimensionale VMG
  • L’assistenza domiciliare
  • Piccole medicazioni
  • Gli interventi di messa in sicurezza degli ambienti e delle apparecchiature
  • L’integrazione sociale dell’anziano nelle strutture residenziali e semiresidenziali.

Interventi socio-sanitari per la persona con disabilità in ambiente ospedaliero e territoriale:

  • L’utilizzo di strutture ed ausili in ambiente ospedaliero e domiciliare
  • Processi di integrazione delle persone con disabilità.
  • L’integrazione formativa, relazionale, emotiva e lavorativa: l’apporto dell’OSS.

Interventi socio-sanitari per la persona con disagio psichico:

  • L’ambiente sanitario psichiatrico
  • Il TSO, la contenzione, la terapia farmacologica la dignità della persona con disagio psichico
  • Presa in carico del servizio sociale e programmi di reinserimento lavorativo e nella società.
  • Le attività dell’OSS nei servizi e all’interno delle strutture residenziali e semiresidenziali socio assistenziali.

Psicomotricità:

  • Introduzione alla psicomotricità
  • Lo schema corporeo
  • Il corpo comunica
  • Dall’individuo alla nascita del gruppo
  • Psicomotricità con l’anziano ed il malato di Alzheimer
  • Il bambino e il gioco

Dietetica ed Assistenza alla persona nell’alimentazione:

  • I principi nutritivi: quali sono, dove sono
  • Classificazione, funzioni e principi nutritivi: i sette gruppi alimentari;
  • Caratteristiche di una dieta sana ed equilibrata;
  • Igiene degli alimenti e principali tecniche di conservazione;
  • Alimentazione in alcune situazioni patologiche: diabete, obesità, ipertensione.
  • Assistenza alla persona nell’alimentazione

Organizzazione e metodologia dei servizi socio-sanitari, ospedalieri e territoriali

  • Metodi e strumenti operativi per la pianificazione degli interventi attivabili dall’OSS. 
  • Linee guida, protocolli e procedure.
  • I piani di lavoro.
  • Metodologie e strumenti operativi per migliorare la continuità tra strutture ospedaliere e servizi territoriali.

Recupero e riabilitazione funzionale dell’anziano e della persona con disabilità

  • La terapia occupazionale e l’inserimento nelle attività lavorative: attività di vita ed autonomia gestionale.
  • Gli ausili per aumentare il grado di autonomia

Assistenza sociale:

  • Il lavoro di rete nel servizio sociale: principi guida.
  • La prospettiva di rete: relazioni e reti sociali, la natura relazionale dei problemi, la natura relazionale delle soluzioni, la guida relazionale di rete.

PAI:

  • documenti anamnestici e diagnostici: cartella clinica, scheda socio-economica, certificati, valutazioni UVG, referti medici, scheda bina, etc…
  • Scheda di osservazione ed altri modelli in uso: struttura, composizione, modalità di compilazione e lettura.
  • Modalità di rilevazione dati: tempi, modalità, criticità, priorità.
  • Il procedimento per la definizione del PAI.
  • I procedimenti di verifica del PAI.
  • Organizzazione dei lavori del gruppo e funzione dell’Operatore Socio-Sanitario nell’ambito dell’equipe e nell’attuazione dei piani di lavoro.
Esercitazioni di aspetti psico-relazionali ed interventi assistenziali in rapporto alle specificità dell'utenza

Tecniche di interazione e comunicazione in gruppo con utenza con problematiche relazionali
  • Psicomotricità;
  • Bls;
  • Tecniche per aiuto nell’alimentazione: controllo degli alimenti, conservazione e preparazione, aiuto nell’alimentazione, valutazione peso corporeo in base alle età ed alle condizioni di vita.
  • Tecniche per le attività domestico-alberghiere: igiene della stanza, disinfezione, smaltimento rifiuti, sanificazione.
  • Tecniche per la mobilitazione del paziente neurologico e ortopedico. 10 ore
  • La persona: deambulazione, mobilizzazione e spostamento, prevenzione e cura di lesioni da decubito ed ulcerazioni vascolari, uso dei sussidi.
  • Tecniche per l’igiene della persona: ispezione della cute, igiene intime e del cavo orale, per attivare il circolo periferico, uso di sostanze ed ausili per l’igiene, uso di strumenti per aiutare nell’eliminazione.
Esercitazioni di metodologia del lavoro sociale e sanitario.

Requisiti in ingresso

Destinatari/e dei progetti finanziati O.S.S. coloro che hanno compiuto il 17° anno di età alla data di iscrizione al corso, e che sono:

  • inoccupati/e e disoccupati/e;
  • residenti e/o domiciliati/e in un Comune del territorio regionale pugliese
  • in possesso del diploma di scuola dell'obbligo ai sensi della normativa vigente
  • in possesso di una buona conoscenza della lingua italiana, requisito di accesso per gli/le allievi/e stranieri/e 

N.B. Secondo quanto previsto dalla Nota della Regione Puglia Prot. AOO_137/0005837 del 25/02/2019, sarà considerata la riserva del 15% (Convenzione Operativa del 02/07/2014) in favore dei militari congedati che risultino disporre dei requisiti specificati e che risultino idonei a seguito delle selezioni. In tal caso inviare una email all'indirizzo osspuglia@ifoa.it.

Sbocchi occupazionali

L’O.S.S., è una figura professionale che svolge la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, in servizi di tipo socio - assistenziale e socio sanitario, residenziali o semiresidenziali, in ambiente ospedaliero e al domicilio dell’utente, in collaborazione con gli altri operatori professionali preposti all’assistenza sanitaria e a quella sociale, secondo il criterio del lavoro multiprofessionale.

All'O.S.S. non sono "delegate" delle attività proprie di altri operatori sanitari; l'insieme delle competenze tecniche e relazionali, quali emergono dal nuovo profilo, individuano infatti una figura specifica in grado di esercitare un efficace ruolo all'interno dell'equipe multidisciplinare e quindi di collaborare con le attività proprie degli infermieri che sono cosi restituiti al proprio ruolo principe di responsabili del piano assistenziale.

Certificazioni

  • Certificato di qualifica professionale

Note

Sarà, quindi, utilizzata una metodologia didattica attiva fortemente orientata all’approfondimento di casi concreti e al continuo coinvolgimento dei partecipanti. Si farà continuamente riferimento al contesto di impegno lavorativo socio sanitario e assistenziale. Tale impostazione metodologica favorisce dunque l’acquisizione delle conoscenze e degli strumenti necessari per svolgere al meglio le funzioni proprie previste per la figura professionale. L’opportuno alternarsi di lezioni a maggiore contenuto concettuale e metodologico con altre arricchite prevalentemente dal contributo di esperienza portato in aula dal corpo docente, permetterà di proporre ai partecipanti un’analisi delle tematiche oggetto dell’intervento formativo.

Si rende noto che nel giorno previsto per la prova scritta i partecipanti dovranno presentarsi muniti di:

  • documento di identità in corso di validità, pena esclusione dalla prova iscritta + fotocopia
  • codice fiscale + fotocopia
  • certificato “stato occupazionale” rilasciato dal centro per l’impiego di appartenenza+ fotocopia
  • dichiarazione di immediata disponibilità (d.i.d.) rilasciato dal centro per l’impiego di appartenenza +fotocopia
  • curriculum vitae firmato


Enti Finanziatori


Partners


Corsi correlati

Richiedi info
Informativa Privacy (Reg. UE 2016/679)
L'informativa estesa relativa al trattamento dei suoi dati personali da parte IFOA la trova all'indirizzo https://www.privacylab.it/informativa.php?09395343333
Presta inoltre il suo consenso al trattamento dei dati personali per le finalità facoltative sotto riportate?
Invio di comunicazione su eventi, servizi e prodotti Ifoa

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza di navigazione su questo sito web, IFOA utilizza diversi tipi di cookie, tra cui: cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); cookie di tipo pubblicitario (advertising cookie); cookie di tipo statistico (performance cookie) che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare all'indirizzo https://www.privacylab.it/informativa.php?09395343337 sono presenti le istruzioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su "ACCETTA" o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell'Informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Reg.to UE 2016/679.