Scheda corso

Economia circolare come vettore di innovazione

Premessa

In una economia circolare il valore dei prodotti e dei materiali si mantiene il più a lungo possibile; i rifiuti e l'uso delle risorse sono minimizzati e le risorse mantenute nell'economia quando un prodotto ha raggiunto la fine del suo ciclo vitale, al fine di riutilizzarlo più volte e creare ulteriore valore. Questo modello può creare posti di lavoro, promuovere innovazioni che conferiscano vantaggio competitivo e un livello di protezione per le persone e l'ambiente in linea con gli obiettivi Europei e con uno standard di sostenibilità e qualità della vita accettabili.

Una migliore progettazione del prodotto è fondamentale per facilitare il riciclaggio e consentire la fabbricazione di prodotti più facili da riparare o più durevoli, generando economie capaci di offrire ai consumatori prodotti durevoli e meno costosi. Nel contempo gli attuali segnali del mercato non sempre vanno, spontaneamente, in questa direzione, motivo per cui è la politica a dover intervenire con un sistema incentivante.

La Commissione Europea, da parte sua, adotterà iniziative in diversi settori per promuovere prodotti più riparabili:

  • il futuro lavoro sulle misure, nuove o riviste, di attuazione in materia di progettazione ecocompatibile terrà conto sistematicamente della riparabilità dei prodotti (dal 2016)
  • la richiesta normazione sull'efficienza dei materiali nell'ambito della progettazione ecocompatibile comprende lavori sulle norme tese a facilitare la riparazione (entro l'anno 2019)
  • la Commissione esplorerà anche la possibilità di requisiti orizzontali in materia di comunicazione di informazioni sulla riparazione nell'ambito della direttiva sulla progettazione ecocompatibile
  • la Commissione preparerà inoltre un programma indipendente di test in merito a questioni connesse alle eventuali prassi di obsolescenza programmata
Obiettivi

In questo contesto di grande cambiamento, il progetto propone di approfondire il concetto emergente di economia circolare, sempre più al centro del dibattito sullo sviluppo sostenibile. L'attività formativa presenterà esempi e casi di economia circolare quale approccio vincente che permette alle imprese di creare vantaggio competitivo. Verranno poi studiate le strategie per implementare l'economia circolare in impresa: gestione efficiente delle risorse, filiere circolari, soluzioni per l'estensione della vita dei prodotti e nuovi modelli di recupero e riciclo. Il corso tratterà si a il ruolo delle tecnologie per creare un vantaggio circolare e si focalizzerà sull'importanza di sviluppare nuove capacità, quali quella di cambiare, innovare, cooperare e raggiungere un nuovo modello di sviluppo tramite la corretta applicazione di tecnologie e modelli di produzione e consumo.

Destinatari

I destinatari privilegiati saranno imprenditori e figure chiave di imprese aventi sede legale o unità locale in Regione Emilia Romagna, appartenenti al settore meccanico. Il corso è rivolto in particolare ai responsabili tecnici, alla direzione aziendale, al facility management, responsabili di sede operativa, i quali intendono acquisire nozioni per valutare la riduzione degli sprechi energetici nella propria azienda.

Contenuti

Il percorso toccherà i seguenti temi:

  • Evoluzione dell'approccio all'innovazione sostenibile alla base dell'economia circolare
  • L'approccio win-win dell'economia circolare
  • Economia circolare e nuovi modelli di business: esempi di imprese virtuose
  • Quali competenze per l'economia circolare?
  • Tecnologie emergenti per un approccio cradle-tocradle;
  • Capacity building e scenari futuri per l'impresa del meccanico sostenibile
  • Quali passi per iniziare un reale cambiamento nella propria impresa
  • Discussione e confronto con i partecipanti
Metodologia didattica

Il percorso formativo punterà a realizzarsi attraverso un approccio esperienziale e learning-by-doing, con l'obiettivo di trasmettere ai partecipanti nozioni sufficienti al fine di implementare una propria roadmap per una trasformazione reale della propria impresa secondo i criteri dell'economia circolare.

Durata 20 ore
Enti e Partners

Sviluppo PMI

Dati approvazione ed Enti finanziatori

Il corso, gratuito, è cofinanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo dalla Regione Emilia Romagna - FSE Asse I Occupazione.
L'Operazione "Smart Mechanics: competenze chiave per lo sviluppo sostenibile” (Rif. PA 2016-5515/RER) è stata approvata dalla Regione Emilia-Romagna con D.G.R. 1450 del 2016.

Loghi Enti finanziatori:

 
Costi, date, iscrizioni  

Note

Per partecipare, l’azienda deve rientrare nel regime di de minimis (Regolamento UE N. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013), presentando all’atto dell’iscrizione la relativa dichiarazione

Scheda del corso

Costi, date, iscrizioni

Stampa la scheda del corso
Stampa