Gli standard di certificazione per l’export nel settore agroalimentare

Obiettivi:

L’obiettivo generale dell’Operazione "AgriFood: Innovazione di Filiera” in cui si inserisce il progetto "Gli standard di certificazione per l'export " è quello di sostenere e accompagnare le filiere e i sistemi di imprese agroalimentari del territorio regionale ad affrontare e cogliere le opportunità di innovazione e cambiamento con l'opportunità di incrementare il valore aggiunto dei prodotti e dei servizi e aprire nuovi mercati.

Nello specifico si intende  fornire le competenze di base sui contenuti degli standard di certificazione che  molti mercati richiedono per l'export. Standard volontari  privati di certificazione di prodotto, determinati dalla Grande Distribuzione Organizzata (GDO), quali BRC e IFS.

Questi standard rispondono all’obiettivo di garantire al consumatore un prodotto sicuro attraverso requisiti specifici di igiene applicati ai processi di trasformazione e agli impianti ed ambienti produttivi e, inoltre, a diverse finalità operative, quali ad esempio, la realizzazione del sistema di rintracciabilità e la prevenzione dalle contaminazioni di allergeni ed OGM.  E’ opportuno sottolineare inoltre che tali standard hanno lo scopo principale di rafforzare e promuovere la sicurezza degli alimenti lungo tutta la catena di fornitura. 

L’obiettivo del presente progetto è anche quello di fornire le competenze per redigere e applicare protocolli e procedure di controllo e prevenzione dei rischi insiti nel trattamento e produzione di prodotti alimentari secondo il piano HARPC - Hazard Analysis and Risk-Based Preventive Controls previsto dalla (F.D.A.) Food and Drug Administration degli Stati Uniti.

CATEGORIA
Senza stage
LINEA
Corsi brevi
FORMULA
Aula
Webinar
FINANZIAMENTO
Finanziato/Gratuito
DURATA
24 ore
CONDIVIDI

Destinatari

Il progetto è rivolto a imprenditori e figure chiave di piccole  aziende della "filiera agroalimentare” aventi sede legale o unità locale in regione Emilia Romagna , in particolare a responsabili certificazione qualità e controllo qualità, ai consulenti in ambito certificazione qualità, o figure della gestione delle operations, nonché a responsabili dell’area estero, responsabili amministrativi che intendano conoscere le procedure di tali certificazioni.

Si vuole coinvolgere aziende della produzione in particolare la industrie alimentari che si occupano di produrre cibi, bevande e beni di largo consumo trasformando le materie prime, aziende della fase distributiva e commerciale, commercio all’ingrosso di prodotti alimentari corrispondente ai diversi canali che servono i consumi domestici.

Si vuole coinvolgere anche attori esterni indispensabili per lo sviluppo della filiera, operatori che svolgono funzioni relative alla fornitura di: preparati per l’industria alimentare; tecnologie e beni strumentali/accessori (packaging, ecc.); servizi di trasporto e logistica; altri servizi (consulenziali, certificazione).

Contenuti del corso

  • Le prescrizioni della norma;
  • Gli obiettivi e lo scopo dell’audit BRC;
  • Gestione dei rischi;
  • Controllo dei processi produttivi;
  • Registrazioni e verifiche dei punti di controllo e dei punti critici di controllo;
  • Gestione degli audit.
  • Le prescrizioni della norma;
  • Gli obiettivi e lo scopo dell’audit IFS;
  • Gestione dei rischi;
  • Il nuovo protocollo IFS;
  • Controllo dei processi produttivi;
  • Registrazioni e verifiche dei punti di controllo e dei punti critici di controllo;
  • Gestione degli audit.
  • Introduction to Course and Preventive Controls;
  • Food Safety Plan Overview;
  • Good Manufacturing Practices and Other Prerequisite Programs;
  • Hazard Analysis and Preventive Controls;
  • Determination;
  • Regulation Overview – cGMP, Hazard Analysis and Risks.

Requisiti in ingresso

Per poter partecipare, l’azienda o il libero professionista deve rientrare nel regime di de minimis (Regolamento UE N. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013), presentando all’atto dell’iscrizione la relativa dichiarazione.

Il corso è completamente gratuito, l'azienda è tenuta a cofinanziare la partecipazione al corso esponendo il mancato reddito.

Certificazioni

  • Attestato di frequenza IFOA

Estremi finanziamento

Il corso, gratuito, è cofinanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo dalla Regione Emilia Romagna - FSE Asse I Occupazione.

L'Operazione "AgriFood: Innovazione di Filiera” (Rif.PA 2019 -11730/RER ) è stata approvata dalla Regione Emilia-Romagna con D.G.R. 1336/2019 del 29/07/2019

Note

Al termine del percorso ogni azienda potrà richiedere di svolgere un progetto di accompagnamento personalizzato presso la propria sede, della durata di 10 ore, per poter approfondire specifiche tematiche  e rispondere ad esigenze di potenziamento delle competenze, utili a processi di innovazione e sviluppo oltreché internazionalizzazione dell'impresa.


Enti Finanziatori



Corsi correlati

Richiedi info
(ci permette di fornirti un servizio più veloce e preciso)
Informativa Privacy (Reg. UE 2016/679)
L'informativa estesa relativa al trattamento dei suoi dati personali da parte IFOA la trova all'indirizzo https://www.privacylab.it/informativa.php?09395343333
Presta inoltre il suo consenso al trattamento dei dati personali per le finalità facoltative sotto riportate?
Invio di comunicazione su eventi, servizi e prodotti Ifoa