Perché l’e-commerce specialist spicca tra i Web Skills Profiles più richiesti dal mercato? Le abitudini degli italiani sono cambiate.

Il virus cambia le nostre abitudini e il nostro modo di lavorare, il web diventa una nuova terra da esplorare.

L’emergenza sanitaria ha avuto in impatto importante sulle abitudini di acquisto degli italiani, al punto di riuscire a far scoprire luoghi ancora sconosciti a molti, un’esplorazione a portata di click. Ebbene sì, senza allontanarsi dal divano molte persone hanno infine scoperto gli shop online. In particolare, durante l’isolamento a casa, molti consumatori si sono affidati per la prima volta all’e-commerce, mentre altri hanno iniziato ad usarlo con più frequenza, anche per acquistare prodotti diversi dal solito. Il 36,4% dei consumatori si è risolto ad acquistare online prodotti che prima aveva comprato sempre in negozio. Un esempio sono proprio i beni alimentari, che hanno subito una crescita del 56% degli acquisti su piattaforme online nonostante l’apertura costante dei supermercati.

Secondo una ricerca del Sole24ore, i volumi di transazioni online negli ultimi 12 mesi sono cresciuti del 20%. Prendendo ad esempio il settore dell’abbigliamento, prima del Covid l’85% degli italiani si recava negli esercizi commerciali a fare shopping: oggi a farlo è il 64%, con una conseguente crescita del commercio online del 20%. In futuro, per circa il 60% degli italiani le modalità di acquisto rimarranno invariate rispetto al presente, mentre per circa un terzo aumenteranno gli acquisti online.

Alla luce di questi dati, è facile immaginare che il settore dell’e-commerce nei prossimi anni non arresterà la propria crescita, ma diventerà uno dei principali canali d’acquisto. Molti settori, che fino ad ora non sono stati toccati da questo nuovo modello di business, verranno coinvolti nella rivoluzione digitale.

Diventa quindi sempre più importante adattarsi al cambiamento per non rimanere indietro e soccombere alle grandi multinazionali, che da tempo cavalcano l’onda del digitale. Dai dati emerge, infatti, un gap fra il commercio online delle grandi imprese e delle PMI: quasi la metà del fatturato della rete dell’e-commerce e del digital retail è generato da aziende di grandi dimensioni, ma anche le PMI e le microimprese che sono riuscite ad adattare la propria forma di commercio hanno visto il loro fatturato aumentare. Durante la pandemia molte piccole attività hanno deciso di proporre online prodotti e servizi. Nonostante i buoni risultati, però, non sono mancati gli ostacoli, tra cui la carenza di competenze specifiche e le difficoltà nella gestione della catena logistica. Bisogna quindi lavorare su questi aspetti per migliorare l’esperienza di acquisto dei clienti e vedere crescere online la propria azienda. Sempre di più sarà necessario affidarsi ai professionisti nell’ambito dell’e-commerce.

E-commerce Specialist: chi è e che cosa fa?

La figura dell’E-commerce Specialist è già oggi tra i Web Skills Profiles più richiesti dalle aziende. Oltre a capacità e conoscenze tecniche, questa figura deve essere in grado di padroneggiare nozioni di marketing e commerciali. L’E-commerce Specialist conosce a fondo le potenzialità del prodotto che vuole immettere sul mercato digitale, sia nel BTC che nel BTB, e sa valutare, tra le varie opzioni, quale sia il canale più adeguato per commercializzarlo e promuoverlo, anche attraverso l’analisi delle strategie messe in atto dai competitor. Questa figura deve quindi comprendere le necessità del cliente e progettare l’implementazione di soluzioni idonee per il commercio elettronico, relazionandosi con altri professionisti operanti in vari settori: gestori di sistemi di incasso, designer, legali e commercialisti.

Questo profilo professionale richiede anni di esperienza sul campo, proprio in virtù di questa poliedricità che gli permette di avere una visione a tutto tondo del settore e-commerce: dal Digital Marketing, con relative competenze informatiche e nozioni tecniche per ottimizzare l’indicizzazione del prodotto online (SEO e SEM), alla conoscenza generale di tutti i passaggi del processo organizzativo dell’azienda.

Nonostante questa professione risulti essere relativamente recente, richiede una preparazione specifica, accompagnata da un confronto concreto e continuativo con il mercato. Per questo motivo si stanno diffondendo corsi di alta specializzazione sia online che presso sedi di enti.

Ifoa, per venire incontro all’ampia richiesta manifestata dalle imprese di figure specializzate nel commercio online, ha realizzato un percorso di studi completamente nuovo, fruibile in live webinar ed on-demand, che non trascura il fondamentale aspetto del approccio pratico alla disciplina.

Per saperne di più visita il sito.

Smart Program

08 Aprile 2021

Ifoa presenta Smart Program, i nuovi corsi che ti fanno vivere la formazione online: rapida, accessibile ovunque… senza confini!

Nasce la nuova offerta formativa di Ifoa interattiva, veloce e smart. Il Sapere Utile a portata di click. Nel corso dell’ultimo anno, Ifoa non si è fermata. La pandemia di Covid-19 ha posto nuove sfide…

Leggi l'articolo
mobilità professionale

07 Aprile 2021

Targeted Mobility Scheme: il 15 aprile 2021 si svolgerà il FINOSE Day, l’evento di reclutamento per trovare lavoro nei Paesi scandinavi

EURES promuove la mobilità professionale in Europa con gli European Job Days: Ifoa, partner italiano del progetto Targeted Mobility Scheme, favorisce l’incontro tra domanda e offerta di lavoro curando il rapporto con gli Enti Europei.…

Leggi l'articolo
Great Goals puglia

22 Marzo 2021

Great Goals-Garanzia Giovani Puglia: nuovi corsi di formazione gratuiti, prorogata la scadenza delle iscrizioni fino al 15 Settembre 2021

Prorogata la scadenza per iscriversi ai nuovi corsi di formazione per i giovani residenti in Regione Puglia. Great Goals Puglia offre gratuitamente una serie di servizi di formazione e accompagnamento al lavoro ai NEET, disponibile…

Leggi l'articolo
Competence Hub For Digital Innovation

16 Marzo 2021

PortaFuturo Bari organizza un webinar per presentare Competence Hub for digital innovation, il progetto promosso da ANPAL per la formazione gratuita dei giovani nel settore dell’ICT

Si terrà online il 25 marzo la presentazione del progetto Competence Hub for digital innovation: i corsi gratuiti a favore della formazione e dell’inserimento lavorativo dei Neet (Neither in Employment or in Education or Training)…

Leggi l'articolo