#ifoamobility day: Fate l’amobilità non fate la guerra

Post pubblicato il 14 gennaio 2015


ifoamobileventodatablog#ifoamobility
è la linea IFOA di percorsi di mobilità internazionale che nel 2014, con i progetti finanziati dal bando SISMA dell’Emilia Romagna, ha permesso a 120 giovani della regione di recarsi all’estero per un’esperienza di stage e lavoro oltreconfine.

Un pomeriggio all’insegna della riflessione per parlare della mobilità come strumento formativo, dello scambio come processo che favorisce l’internazionalizzazione delle imprese, per far conoscere le storie e per premiare le foto dei giovani protagonisti che sono rientrati da Belgio, Danimarca Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Spagna, UK, India, Stati Uniti e non solo. E’ questo il programma di #ifomobility day, un evento, e insieme una festa, promosso da Ifoa che si terrà a Reggio Emilia nella sede di via G.Giglioli Valle 11, il 16 gennaio 2015 alle ore 17.

Tutti sono invitati, soprattutto i giovani: quelli che possono raccontare con storie e immagini un’esperienza già vissuta e quanti pensano nel 2015 di muoversi e viaggiare e vogliono avvicinarsi a un percorso di mobilità.

Le storie di quanto sono  partiti nel 2014 si possono sfogliare nel booklet #ifoamobility 2014. E’ la raccolta delle testimonianze dei percorsi formativi e delle esperienze di lavoro che tutti i ragazzi hanno svolto, chi presso un’ azienda o un impresa, chi presso enti o associazioni, dove hanno potuto sviluppare competenze linguistiche e professionali in linea con il proprio profilo e dove hanno cercato di trovare risposte nuove e diverse per il loro futuro.

#ifomobility day è un momento di confronto al quale contribuiranno Francesca Bergamini, Responsabile Servizio Programmazione Regione Emilia Romagna, Alessandra Bonezzi, Formatore AB Consulting in collegamento da Tunisi, Erika Preti, Responsabile Qualità, Ambiente e Sicurezza EdilTeco spa di Modena e i responsabili IFOA della linea mobilità, ma è anche, e soprattutto, un modo per riconoscere l’impegno dei tanti  giovani che hanno saputo mettersi in gioco e alla prova in ambienti di vita e lavoro molto diversi da quelli abituali.

Cuore dell’incontro la  premiazione dei tre ragazzi che all’estero hanno realizzato lo scatto fotografico, inviato a casa la loro ‘cartolina #ifoamobility‘, che meglio ha interpretato il contesto in cui hanno vissuto la loro esperienza internazionale.

I commenti sono chiusi.